Aumento assegno sociale nel 2023: cifre ufficiali dell’INPS

Aumento assegno sociale nel 2023: ecco i nuovi importi, a chi spetta e come fare domanda.

5' di lettura

Aumento assegno sociale nel 2023: arriva la conferma dal Governo. Ecco le cifre ufficiali dell’INPS (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sulle pensioni e sulla previdenza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Aumento assegno sociale nel 2023: nuovi importi

Il ministro dell’economia del Governo Meloni, Giancarlo Giorgetti ha firmato, lo scorso 9 novembre, il decreto che dispone l’aumento delle pensioni in base alla variazione Istat registrata il 3 novembre 2022.

Dal 1° gennaio 2023 le pensioni saliranno del 7,3%, compreso il 2% della rivalutazione anticipata già erogato nelle mensilità di ottobre e novembre e previsto anche per dicembre 2022 e sulla tredicesima mensilità.

Vi abbiamo già parlato su The Wam.net e su Invalidità e Diritti, dell’aumento pensione previsto a gennaio, in questi articoli:

A godere dell’incremento dei valori delle pensioni, saranno anche i titolari dell’assegno sociale. Di quanto sarà l’aumento assegno sociale nel 2023?

Scopri la pagina dedicata a tutti i tipi di pensioni, sociali e previdenziali.

Nel 2022, l’importo è stato fissato a 469,03 euro per 13 mensilità. Da ottobre a dicembre 2022, per effetto della rivalutazione anticipata del 2%, il valore della prestazione è arrivato a 478,41 euro.

Grazie all’incremento del 5,3% (7,3% – il 2% anticipato), l’aumento assegno sociale nel 2023 sarà di 25,35 euro al mese, per un importo aggiornato pari a 503,76 euro al mese, per 13 mensilità.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulle pensioni e sulle notizie legate al mondo della previdenza. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Aumento assegno sociale nel 2023

Abbiamo visto, dunque, come per effetto della rivalutazione 2023 pari al 7,3% comprensivo del 2% già anticipato nell’ultimo trimestre del 2022, gli importi delle pensioni riceveranno un incremento piuttosto alto rispetto agli ultimi anni

Basti pensare che nel 2022 la rivalutazione degli importi è stata dell’1,9% (di cui lo 0,2% trattenuto fino al mese in corso).

La rivalutazione si calcola in base all’indice di inflazione registrato l’anno precedente. Nel decreto appena firmato si parla di rivalutazione in via provvisoria: non è escluso, dunque, che il valore possa essere ritoccato verso l’alto.

Questo porterebbe i pensionati a ricevere un conguaglio, sulla falsariga di quanto accaduto quest’anno (a novembre è stato erogato lo 0,2% in più sulle pensioni per ogni mese da gennaio a novembre).

Come detto, anche i titolari dell’assegno sociale riceveranno qualche euro in più al mese a partire dal 1° gennaio 2023. Una volta visto a quanto ammonta l’aumento assegno sociale nel 2023, andiamo a vedere cos’è questa prestazione e a chi spetta.

Aumento assegno sociale nel 2023: a chi spetta?

Dal 1996, l’assegno sociale ha sostituito la pensione sociale. Si tratta di una prestazione assistenziale che l’INPS eroga a cittadini italiani, comunitari iscritti presso l’anagrafe di un Comune italiano o extracomunitari in possesso di regolare permesso di soggiorno, nonché a rifugiati politici o di protezione sussidiaria.

I requisiti per ricevere l’assegno sociale e, di conseguenza, l’aumento assegno sociale nel 2023, sono:

  • aver compiuto 67 anni;
  • avere una residenza effettiva in Italia, da almeno 10 anni;
  • avere un reddito personale annuo non superiore a 6.085,30 euro e un reddito annuo da coniugato non superiore a 12.170,60 euro.

Questi appena indicati sono i valori reddituali in vigore nel 2022: con l’aumento assegno sociale nel 2023, questi valori sono destinati ad alzarsi.

La misura spetta per intero ai disoccupati di 67 anni che non possiedono reddito oppure ai disoccupati o pensionati coniugati che hanno un reddito complessivo non superiore a 12.170,60 euro.

Spetta, invece, in misura parziale a chi ha un reddito personale annuo non superiore a 6.085,30 euro. Per calcolare la quota di assegno sociale erogato è necessario sottrarre il reddito personale dalla soglia massima di reddito, dividendo tutto per 13 mesi.

Quindi, con un reddito personale di 5.000 euro al mese sottratto da 6.085,30 euro, spetterà un assegno sociale pari a 1.085,30 euro l’anno, circa 83,48 euro al mese.

Aumento assegno sociale nel 2023
Aumento assegno sociale nel 2023: ecco i nuovi importi.

Aumento assegno sociale nel 2023: come calcolare il reddito

Sono esclusi dal conteggio del reddito:

  • il trattamento di fine rapporto e le anticipazioni TFR;
  • il reddito della casa di abitazione principale;
  • le competenze arretrate soggette a tassazione separata;
  • le pensioni di indennità di accompagnamento per invalidi civili, ciechi civili e indennità di comunicazione per i sordi;
  • l’assegno vitalizio erogato agli ex combattenti della guerra 1915-1918;
  • gli arretrati di lavoro dipendente prestato all’estero.

Per ottenere l’assegno sociale e, quindi, l’aumento assegno sociale nel 2023 è necessario presentare domanda all’INPS, tramite il portale dell’istituto, accedendo con una delle credenziali in vostro possesso, cliccando su “domanda di prestazioni pensionistiche”, quindi su “nuova prestazione pensionistica” e su “assegno sociale”.

Alla domanda vanno allegati un documento di identità, l’eventuale permesso di soggiorno per i cittadini extracomunitari e lo stato di residenza in Italia.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie