Aumento pensione di invalidità 100%, quando spetta

Vediamo quando spetta l’aumento pensione di invalidità grazie all’incremento al milione e quali sono i requisiti per ottenerlo.

6' di lettura

L’aumento pensione di invalidità per mezzo dell’incremento al milione non spetta automaticamente a tutti gli invalidi civili al 100%, ma è necessario avere dei requisiti per ottenerlo. In questo approfondimento ti spiegheremo chi sono i beneficiari e in quali casi devi fare domanda per averlo. (scopri le ultime notizie sui diritti e le agevolazioni per le persone con disabilità. Leggi su Telegram e WhatsApp tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook e la pagina Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Aumento pensione invalidità: cos’è l’incremento al milione

In questo approfondimento non parleremo dell’aumento pensione invalidità previsto con la rivalutazione che verrà applicata a gennaio 2023.

Per l’aumento previsto con la perequazione, ti invitiamo a leggere questo nostro articolo pubblicato su invaliditaediritti.it.

Qui parleremo dell’incremento al milione (per milione si fa riferimento alle vecchie lire), una particolare maggiorazione sociale introdotta dal 1° gennaio 2022 dall’art. 38 della legge 448/2001.

Questa maggiorazione spetta ai pensionati ultrasettantenni titolati di prestazioni previdenziali e assistenziali il cui importo è inferiore al milione delle vecchie lire, circa 660 euro al mese ai valori attuali.

L’aumento riguarda quindi:

  • tutti i titolari di pensioni previdenziali a qualsiasi titolo erogati dall’assicurazione generale obbligatoria e dai fondi a essa sostitutivi o esclusivi (comprese le pensioni ai superstiti);
  • tutti i titolari di prestazioni assistenziali quali l’assegno sociale e la pensione sociale (anche sostitutivi delle prestazioni di invalidità civile), nonché agli invalidi civili totali, sordomuti e ciechi civili assoluti.

In questo articolo ci concentreremo sull’aumento pensione di invalidità 100%, cioè sulla prestazione erogata agli invalidi civili totali, il cui limite di età per ottenere l’incremento è differente, come vedrai tra poco.

Intanto scopri se la pensione di invalidità è reversibile e quali sono tutte le regole e gli obblighi da seguire per non perdere il diritto a ricevere la pensione di invalidità.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 o a quello di WhatsApp ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona

Aumento pensione di invalidità agli invalidi civili totali

L’aumento pensione di invalidità agli invalidi totali, ossia per coloro ai quali è stata riconosciuta un’invalidità al 100%, è stato disposto a seguito della Sentenza della Corte di cassazione n. 152 del 2020.

La sentenza ha stabilito che l’assegno di invalidità civile totale è inadeguato e quindi ha diritto all’incremento al milione, passando da 261,81 euro a 651,51 euro.

Attenzione, però: questo incremento non va applicato automaticamente a tutti gli invalidi civili al 100%, ma solo a chi rispetta determinati requisiti reddituali e coniugali, come vedremo nel paragrafo successivo.

Intanto precisiamo che sono inclusi nell’incremento:

  • gli invalidi civili totali al 100% ciechi assoluti e sordi, titolari di pensione di inabilità civile;
  • Inabili al lavoro, titolari di pensione di inabilità previdenziale (basata sui contributi versati).

Sono invece esclusi:

  • gli invalidi civili parziali;
  • gli invalidi civili totali, ciechi totali, i sordi che non percepiscono la pensione in quanto superano i limiti reddituali fissati per la sua erogazione;
  • i minori invalidi, anche ciechi o sordi.

Ti mostriamo gli incentivi per l’assunzione di persone con invalidità e in quali casi l’assegno ordinario di invalidità viene ridotto.

Aumento pensione di invalidità 100%, quando spetta

Aumento pensione di invalidità 100%: requisiti reddituali e coniugali

I requisiti per ottenere l’aumento pensione di invalidità per gli invalidi totali al 100% sono stati elencati dallo stesso Inps nella sua circolare n. 107 del 2020.

La circolare precisa che l’incremento al milione spetta agli invalidi civili totali con età compresa tra i 18 e i 67 anni che rispettano i seguenti requisiti reddituali individuali e coniugali (nel caso si sia coniugati, ovviamente):

  • per il pensionato invalido al 100% da solo: fino a 8.583 euro;
  • per il pensionato invalido al 100% coniugato: 14.662,96 euro.

Nel conteggio del reddito non vengono considerati:

Sono invece conteggiati:

  • i redditi di qualsiasi natura, ovvero i redditi assoggettabili a Irpef (sia a tassazione corrente che a tassazione separata);
  • i redditi tassati alla fonte, anche i redditi esenti da Irpef, sia del titolare della pensione che dal coniuge.

Prima di passare al prossimo paragrafo, ti informiamo che sono stati trovati i fondi per finanziare lo smart working per i lavoratori fragili. Approfondisci in questo articolo su TheWam.net.

Aumento pensione di invalidità: quanto spetta

Quanto spetta con l’aumento pensione di invalidità? L’ art. 39, comma 4 della legge 289/2022, ha precisato che l’incremento delle pensioni in favore dei soggetti disagiati, comprensivo della eventuale maggiorazione sociale, non può superare l’importo mensile determinato dalla differenza fra l’importo di 660,79 euro e l’importo del trattamento minimo.

In relazione ai limiti reddituali che ti abbiamo riportato precedentemente, quindi, le maggiorazioni possono arrivare al massimo a:

  • 367,70 euro mensili per invalidi civili totali e sordi, per 13 mensilità;
  • 314,43 euro mensili per ciechi assoluti, sempre per 13 mensilità.

Andiamo a vedere adesso cosa devi fare per aver accesso all’aumento.

Prima però leggi il nostro ampio approfondimento sugli errori da evitare durante la visita alla commissione medica per l’invalidità, sia a quella della prima convocazione e sia per quelle delle revisioni.

Aumento pensione di invalidità: come richiederlo

In realtà, per ottenere l’aumento pensione di invalidità 100% non dovrai presentare alcuna domanda, perché per gli invalidi civili, ciechi e sordi l’aumento è erogato in automatico, comprensivo degli arretrati che nel frattempo avrai maturato, ovviamente in base ai tuoi redditi.

Solo nel caso in cui tu sia inabile al lavoro, titolare di pensione di inabilità ex legge 222/1984, devi presentare apposita domanda accedendo al sito web Inps con le tue credenziali: SPID, CIE o CNS, oppure rivolgendoti a un Caf o a un patronato.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su invalidità civile e Legge 104:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie