Aumento pensione minima nel 2023: ecco quanti soldi in più

Aumento pensione minima nel 2023. Firmato il decreto per gli aumenti delle pensioni a partire dal 1° gennaio 2023. Ecco il nuovo importo della pensione minima.

4' di lettura

Aumento pensione minima nel 2023: ecco quanti soldi in più arriveranno col nuovo anno (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sulle pensioni e sulla previdenza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Alla fine dell’articolo, ti consigliamo di leggere anche la tempistica di pagamento del rimborso 730 e le ultime novità sul bonus 200 euro di novembre.

Indice

Aumento pensione minima nel 2023: ecco l’ufficialità!

Buone notizie per i pensionati italiani: dal 1° gennaio 2023 le pensioni aumenteranno del 5,3%, come da variazione Istat registrato lo scorso 3 novembre.

Il ministro Giorgetti ha firmato il decreto che migliorerà gli importi delle pensioni nel 2023. La rivalutazione è del 7,3%, ma da questo valore va sottratto il 2% della rivalutazione anticipata nell’ultimo trimestre del 2022, per un aumento effettivo del 5,3%.

Leggi anche: aumento pensione nel 2023, chi rischia di pagare più tasse?

Tra gli aumenti previsti, anche l’aumento pensione minima nel 2023: i titolari del trattamento minimo saranno tra i beneficiari della misura, che entrerà in vigore a partire dal 1° gennaio 2023.

Ricordiamo che l’aumento delle pensioni è già attivo dal mese di ottobre 2022, introdotto dal Decreto Aiuti bis per fronteggiare il caro energia e l’aumento dei prezzi dei beni di prima necessità dovuto all’innalzamento del tasso di inflazione, che ha raggiunto livelli record, mai registrati dal 1984 ad oggi.

Scopri la pagina dedicata a tutti i tipi di pensioni, sociali e previdenziali.

Leggi anche: tredicesima cancellata dall’inflazione?

Ma di quanto sarà l’aumento pensione minima nel 2023? Ne parleremo nei prossimi paragrafi.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulle pensioni e sulle notizie legate al mondo della previdenza. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Aumento pensione minima nel 2023: il nuovo importo

Prima di andare a vedere i nuovi importi con l’aumento pensione minima nel 2023, chiariamo cos’è la pensione minima e a chi spetta.

La pensione minima è una misura previdenziale erogata dall’INPS che spetta ai titolari di una pensione di vecchiaia, anticipata, di reversibilità e ai superstiti, di importo inferiore alla soglia minima prevista dalla legge, indispensabile per poter condurre una vita dignitosa.

Si tratta, dunque, di un assegno integrativo che l’INPS eroga ai titolari di assegni di importo inferiore al limite consentito, fissato nel 2022 a 525,38 euro.

L’integrazione spetta in misura piena a chi ha un reddito personale annuo non superiore a 6.829,94 euro (525,38 euro x 13 mensilità) e un reddito da coniugato non superiore a 20.489,82 euro (3 volte l’importo annuale della pensione minima).

Con un reddito personale annuo compreso tra i 6.829,94 euro e i 13.659,88 euro (2 volte l’importo annuale della pensione minima) spetta un’integrazione parziale, che viene calcolata sottraendo il reddito annuo del pensionato dalla soglia massima di reddito (13.659,88 euro).

Leggi anche: hai pochi anni di contributi? Ecco come chiedere la pensione minima

Aumento pensione minima nel 2023
Aumento pensione minima nel 2023: ecco i nuovi importi.

Ad esempio, se il pensionato ha un reddito di 11.500 euro l’anno, si sottrae questo valore a 13.659,88 euro per un totale di 2.159,88 euro che, diviso per 13 mensilità ci dà come risultato 166,14 euro. Questo valore va aggiunto all’importo della pensione per raggiungere la soglia minima di 525,38 euro.

Chi, invece, supera i 13.659,88 euro di reddito personale annuo non ha diritto all’integrazione al minimo. Con un reddito da coniugato inferiore a 20.489,82 euro si ha diritto all’integrazione totale.

Dal 1° gennaio 2023, l’importo della pensione minima aumenterà del 5,3%: anziché 525,38 euro, il titolare del trattamento minimo riceverà una pensione maggiorata di 27,84 euro al mese, per un importo di 552,86 euro al mese.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie