Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Pensioni / Aumento pensione minima a ottobre: serve la domanda?

Aumento pensione minima a ottobre: serve la domanda?

Aumento pensione minima a ottobre: per riceverlo servirà presentare una domanda? Ne parliamo in questo articolo.

di Carmine Roca

Settembre 2022

Aumento pensione minima a ottobre: serve la domanda per avere qualche euro in più? Vediamolo insieme in questo articolo (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sulle pensioni e sulla previdenza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

INDICE:

Aumento pensioni: cosa accadrà a ottobre?

A ottobre è previsto l’aumento pensione minima per effetto della rivalutazione anticipata decisa dal Governo Draghi per contrastare gli effetti devastanti dell’inflazione e del caro-prezzi.

Quasi tutti gli assegni previdenziali, ad eccezione delle pensioni di importo superiore ai 2.692 euro lordi, agli assegni sociali e alle pensioni di invalidità, riceveranno un leggero, quasi impercettibile, aumento negli ultimi tre mesi del 2022, tredicesima compresa.

Parliamo di cifre bassissime: 20 euro lordi in più al mese per le pensioni di 1.000 euro, 30 euro lordi in più al mese per gli assegni di 1.500 euro, 40 euro lordi in più al mese per le pensioni di 2.000 euro.

Oltre all’aumento del 2%, tutti gli assegni previdenziali, compresi quelli esclusi dalla rivalutazione anticipata, riceveranno un ulteriore incremento dello 0,2% come da conguaglio della perequazione 2021.

Scopri la pagina dedicata a tutti i tipi di pensioni, sociali e previdenziali.

Chi beneficerà dell’aumento è pure la pensione minima: nei prossimi paragrafi entreremo nel dettaglio, spiegandovi se occorrerà presentare domanda per ricevere l’incremento nel cedolino di ottobre.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulle pensioni e sulle notizie legate al mondo della previdenza. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Aumento pensione minima: a chi spetta?

Prima di parlare dell’aumento pensione minima, andiamo a vedere cos’è la pensione minima e chi può riceverla.

La pensione minima è un’integrazione erogata dall’INPS ai pensionati con assegni di importo inferiore rispetto alla soglia stabilita ogni anno.

Il nostro ordinamento tutela questa categoria di pensionati con la legge numero 683 del 1983, con la quale è stato sancito il diritto a ricevere una pensione che possa garantire una vita dignitosa.

Ad oggi la soglia minima fissata dalla legge è 524,34 euro al mese, pari a 6.816,55 euro all’anno. Il diritto matura a prescindere dagli anni di contributi versati, ma per calcolare l’importo dell’integrazione, l’INPS tiene conto del reddito individuale (non superiore a 6.816,55 euro) e del reddito coniugale (non superiore a 27.266,20 euro).

Entro queste soglie reddituali si ha diritto all’integrazione totale. Se il reddito personale è compreso tra i 6.816,55 e i 13.633,10 euro annui si ha diritto a un’integrazione parziale. Oltre i 13.633,10 euro l’anno non si ha diritto alla pensione minima.

Attenzione, però: non tutti i pensionati possono ricevere la pensione minima. L’integrazione spetta soltanto ai lavoratori assicurati prima del 31 dicembre 1995. Chi ha iniziato a lavorare e a versare contributi dopo questa data non ha diritto all’integrazione.

Aumento pensione minima
Aumento pensione minima: occorre la domanda?

Aumento pensione minima a ottobre: nuovo importo

Come abbiamo detto in apertura, l’aumento pensione minima è atteso a ottobre, per effetto della rivalutazione anticipata del 2% (più il conguaglio 2021 dello 0,2%).

Di quanto aumenterà la pensione minima?

Di pochi euro, purtroppo. Chi riceve una pensione da 524,34 euro al mese, vedrà il suo assegno maggiorato di 11,53 euro lordi al mese. Da ottobre a dicembre 2022, quindi, l’aumento pensione minima porterà l’assegno a 535,87 euro.

Ma per ricevere l’aumento occorrerà presentare una domanda? Assolutamente no, l’INPS erogherà automaticamente l’importo della maggiorazione della rivalutazione anticipata, senza dover presentare alcuna domanda. Il titolare della pensione minima vedrà accreditato l’aumento nel cedolino di ottobre.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp