Auto esplose ad Avellino: lite sui parcheggi dietro l’attentato?

Avellino, auto esplose: c'è una pista precisa, il cerchio si stringe
2' di lettura

Potrebbe esserci una banale lite sui parcheggi dietro l’attentato esplosivo di questa mattina ad Avellino, che ha distrutto due auto che sostavano in via Conservatorio, alle spalle della sede della Provincia. Vetture che appartenevano proprio a due dipendenti di Palazzo Caracciolo, uno dei quali lavora all’ufficio tecnico.

Auto esplodono ad Avellino: quel “parcheggio conteso”

Le auto erano parcheggiate in uno spazio che appartiene all’ente, guidato dal presidente Domenico Biancardi, ma che già in passato è stato al centro di liti sui parcheggi con alcuni residenti. In zona si era registrato un incendio che aveva distrutto un’auto. Quella volta l’episodio era stato preceduto da una violenta lite per le aree di sosta.

Al momento i proprietari delle vetture non avrebbero fatto riferimento a particolari dissidi che potrebbero aver innescato l’attentato esplosivo di questa mattina. Ma gli investigatori della Squadra Mobile di Avellino, guidati da Michele Salemme, lavorano proprio sulla pista personale. Dopo aver raccolto l’identikit tracciato da alcuni testimoni, che hanno raccontato di aver visto un uomo fra i trenta e quarant’anni, con cappuccio e tuta scuri e al collo una sciarpa chiara, che si allontanava dal luogo dell’esplosione.

Le due auto erano a metano e solo il caso ha evitato conseguenze più drammatiche. Infatti a due passi da via Conservatorio, stradina che costeggia diversi locali del centro di Avellino, si trova Piazza Libertà dove stamattina era in corso Pompieropoli, iniziativa dei caschi rossi dedicata ai bambini.

Caccia all’uomo con cappuccio scuro e sciarpa chiara

L’esplosione e il fumo hanno spinto i soccorsi a evacuare, in via precauzionale, il Palazzo della Provincia. Il presidente dell’ente, l’avvocato Domenico Biancardi, ha ringraziato proprio pompieri e polizia per il lavoro svolto, manifestando la sua vicinanza ai proprietari delle auto distrutte dalle fiamme.

La Ford Fiesta dovrebbe essere l’auto presa di mira dall’attentatore. Le fiamme si sarebbero poi estese anche alla vettura parcheggiata nelle vicinanze. E proprio il parcheggio tanto ambito, in quel fazzoletto che si trova alle spalle della Provincia, potrebbe spiegare un’episodio che ha inevitabilmente scosso la tranquillità cittadina.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie