Autocertificazione per spostamenti: scaricala qui

Autocertificazione: ecco il modello da scaricare ed esibire per motivare gli spostamenti fra province nelle regioni Campania, Lazio e Lombardia dopo le ultime ordinanze.

3' di lettura

E’ online la nuova autocertificazione che potrà essere esibita durante i controlli di polizia per giustificare gli spostamenti fra province nelle regioni Campania, Lazio e Lombardia, dove sono state adottate delle limitazioni per contenere il contagio da Coronavirus. In questo articolo forniamo il link al modello di autodichiarazione e spieghiamo che sanzioni si rischiano in caso inseriate dei dati falsi nel documento.

L’autocertificazione, come chiarito dal Ministero dell’Interno, è anche in possesso degli operatori di polizia e può essere compilata al momento del controllo. Sarà fondamentale elencare le ragioni di salute, lavoro, famiglia o formazione che autorizzano i vostri spostamenti. (CLICCA QUI per scaricare l’autocertificazione o sul link di seguito sottolineato in azzurro).

Autocertificazione per spostarsi: perché?

Il presidente della Campania Vincenzo De Luca ha firmato una nuova ordinanza che da domani, venerdì 23 ottobre 2020 e fino a venerdì 30 ottobre 2020, vieta ai cittadini campani di spostarsi dalla provincia di residenza o di domicilio verso altre province della Campania. Inoltre viene disposto il “coprifuoco” dalle ore 23 alle ore 5 del giorno successivo.

L’ordinanza prevede l’obbligo di chiusura di tutte le attività commerciali, sociali e ricreative dalle ore 23 alle ore 5 del giorno successivo.

Le uniche deroghe consentite, per gli spostamenti fuori orario, sono legate a motivi di lavoro, di salute, familiari o correlati all’attività scolastica e formativa. È consentito il rientro al proprio domicilio.

Autocertificazione spostamenti per Campania, Lombardia e Lazio
Autocertificazione spostamenti per Campania, Lombardia e Lazio

Così come accade, invece, in Lombardia, dove ieri (21 ottobre 2020) il presidente della regione, Attilio Fontana, ha firmato l’ordinanza che impone, da oggi 22 ottobre 2020, il coprifuoco dalle 23:00 di sera alle 5:00 del mattino. Le restrizioni sulla mobilità sono valide su tutto il territorio regionale. Una decisione arrivata dopo il picco di contagi (oltre 4mila ieri) da Coronavirus registrato negli ultimi giorni.

Fra le 23 e le 5 gli spostamenti saranno consentiti solo in casi specifici: per motivi di lavoro, di necessità e di salute. Per muoversi sarà necessario, come nel periodo del primo lockdown, compilare una autocertificazione.

Autocertificazione: cos’è?

L’autocertificazione è un documento scritto di proprio pugno e sotto la propria responsabilità da un cittadino per sostituire un certificato pubblico. Il D.P.R. 445 del 2000 è la norma giuridica che regolamenta le autocertificazioni da parte dei privati, articoli 46 e 47 del decreto. Le regole si estendono ai cittadini italiani e stranieri, ma quelli extracomunitari, con permesso di soggiorno, possono usare l’autocertificazione solo limitatamente ai dati verificabili o certificabili dalla pubblica amministrazione italiana.

Controlli Polizia stilizzati (di Yummy Buum per Shutterstock)
Controlli Polizia stilizzati (di Yummy Buum per Shutterstock)

Autocertificazione falsa: cosa rischio?

In base a quanto stabilito dall’articolo 483 c.p. (Falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico) chiunque attesta in modo falso al pubblico ufficiale, in un atto pubblico, fatti dei quali deve provare la verità, è punito fino a due anni di reclusione. Se la dichiarazione riguarda atti legati stato civile, la reclusione non può comunque essere inferiore ai tre mesi.

L’art. 495 c.p (falsa attestazione o dichiarazione a un pubblico ufficiale sulla identità o su qualità personali proprie o di altri), punisce da uno a sei anni reclusione chi attesta falsamente l’identità, lo stato o qualità della propria o di un’altra persona

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie