Autonomia differenziata o secessione: frattura insanabile

2' di lettura

“Autonomia differenziata o secessione”, è il tema dell’incontro che si svolgerà domani (giovedì 11 aprile), nella sala Blu del Carcere Borbonico a partire dalla dieci. Interverranno tra gli altri il segretario regionale della Cgil, Nicola Ricci e la segretaria confederale, Rossana Dettori.

«L’attuazione del titolo V della Costituzione – ha dichiarato il segretario generale della Cgil irpina, Franco Fiordellisi – deve essere fatta in maniera trasparente, coinvolgendo il Parlamento, ampliando la discussione e l’informazione a tutti i cittadini».

Spaccherebbe il Paese

«Il regionalismo differenziato – continua Fiordellisi – per come lo stanno immaginando, dalla documentazione visionata, crea fratture insanabili non solo tra regioni diversamente ricche, ma anche all’interno delle stesse regioni tra aree ricche e meno ricche, da noi in Campania si riproporrà in maniera drammatica la frattura tra costa ed aree interne».

Diritti sociali a rischio

«La Cgil e le altre sigle sindacali vogliono affrontare e discutere di come il federalismo fiscale affonda e colpisce i riparti del Fondo di solidarietà ai comuni che in Irpinia porterà all’impossibilita di far quadrare i bilanci. Senza equità e chiarezza il regionalismo differenziato, così come richiesto da Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna spezza la Coesione e dimezza i già labili diritti sociali di altre aree del paese. Per questo, intendiamo dare informazioni sul tema e con l’iniziativa lanciamo il comitato contro la regionalizzazione della scuola promosso a livello nazionale dalla Flc Cgil, che ha avviato una raccolta firme su tutto il territorio in vista della mobilitazione del prossimo 17 maggio.», conclude Fiordellisi.

Assicurare l’efficienza dei servizi

«La sfida – dice la segretaria confederale della Cgil nazionale Rossana Dettori che domani concluderà i lavori – che come sindacato, riteniamo debba essere accolta e rilanciata è quella di un percorso di attuazione del Titolo V che, a partire dalla definizione dei Lep, delle leggi quadro e dei fabbisogni standard, sia finalizzato alla riduzione delle insostenibili diseguaglianze esistenti nel Paese, per assicurare in tutte le Regioni l’esigibilità dei diritti sociali fondamentali e l’efficienza dei servizi pubblici». 

Dettori è chiara, infine, nell’affermare che «l’autonomia per essere positiva, deve essere agita con l’obiettivo di raggiungere, nei differenti territori, standard uniformi, che devono essere definiti, non per alimentare le divaricazioni».

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie