Sul raccordo per Salerno quattro autovelox in 30 chilometri: un record

Quattro autovelox lungo una strada non ritenuta pericolosa... Forse sono troppi

1' di lettura

Il raccordo Avellino-Salerno non è tra le strade più pericolose della Campania. Molto peggio la Telesina, l’Ofantina Bis, alcuni tratti della tangenziale di Napoli. Eppure, su questi trenta chilometri d’asfalto, sono installati ben quattro autovelox. Tre sono stati aggiunti di recente a quello “storico” che da tempo è in funzione a Montoro.

Il limite di velocità sul raccordo è di 80 chilometri orari. La strada non presenta delle criticità particolari. Il numero di incidenti stradali è fisiologico, nonostante – soprattutto d’estate – sia molto trafficata. E allora, per quale motivo c’è un sovraffollamento di autovelox? E perché non ci sono invece su percorsi ben più a rischio (certificato dal numero di incidenti)? Mistero della fede.

Non riusciamo a toglierci il dubbio che sia una strategia acchiappasoldi. Non perché siamo contrari a strumenti che invitino gli automobilisti a essere prudenti, ma perché l’eccesso è evidente. E ingiustificato. Oltretutto, se si percorre il raccordo in direzione Salerno, molti tratti sono in discesa. Superare – involontariamente – e sui lunghi rettilinei, il limite di ottanta orari, è molto semplice. Si è quasi costretti a frenare.

Resta il fatto che su una strada non ritenuta pericolosa e lunga solo trenta chilometri troverete otto autovelox.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!