Autovelox: multe annullate ad Atripalda. I motivi della sentenza

Autovelox: multe annullate ad Atripalda. I motivi della sentenza


2' di lettura

Dodici pagine di sentenza che possono lasciare il segno. Mentre continuano le polemiche intorno all’Autovelox posto ad Atripalda (AV) lungo la Strada Statale 7 bis con cittadini che contestano le multe elevate.

Le motivazioni della causa vinta dall’avvocato Vittoria Musto, che ha già impugnato con successo alcuni verbali, potrebbero lasciare il segno. Nella sentenza emessa dal giudice di pace vengono fotografati gli elementi che – per il magistrato – hanno invalidato i verbali redatti dalla polizia municipale. E che rappresentano un interessante precedente.

Autovelox, multa annullata: ecco perché

Nella sentenza del 16 aprile si ritiene illegittimo un decreto del Prefetto (n. 288/2016/MAN AREA III) richiamato dal Comune nei suoi verbali, poiché il tratto di strada su cui insiste l’autovelox sarebbe stato riclassificato illegittimamente. Di fatto “l’attivazione del servizio di rilevamento elettronico è in via sperimentale e non potrebbe essere impiegata al fine di rilevare e contestare eventuali infrazioni (…) la mancata indicazione nel verbale del decreto prefettizio definitivo e successivo alla fase sperimentale … integra un vizio di motivazione del provvedimento”.

Inoltre – per il magistrato – il Comune non ha depositato “le certificazioni in originale od in copia autentica attestata da pubblico ufficiale, ma fotocopie prive di valore legale, non provando l’omologazione, la taratura e l’efficacia dell’apparecchiatura nel momento dell’accertamento”.

Autovelox: “Postazione di controllo non ben segnalata”

La difesa ha poi puntato la sua attenzione con la mancanza di sottoscrizione con firma autografa priva in radice l’accertamento dell’infrazione di qualsiasi valore” e sull’ illegittimità della procedura di affidamento a società private (Centro Servizi Sapi Cmp Bologna) degli adempimenti relativi alla notifica a mezzo del servizio postale. Infine, rispetto alla documentazione fotografica, il magistrato spiega come “le postazioni di controllo automatico della velocità devono essere non soltanto segnalate, ma visibili. Al contrario … l’apparecchio autovelox installato dietro il guarda rail, confuso dalla vegetazione in mezzo alla quale è collocato, preceduto da segnaletica di avviso a stento leggibile, è praticamente invisibile data la colorazione grigia …”.

Una serie di bocciature che ora potrebbero portare ad altre impugnazioni.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Entra in WhatsApp e ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Bandi, Bonus e Lavoro

  2. News dall'Italia e dal mondo

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie