Avellino, addio a Saverio Festa: folla saluta il prof ragioniere

Avellino, addio a Saverio Festa: folla saluta il prof ragioniere
3' di lettura

Folla oggi pomeriggio alla Chiesa del Rosario di Avellino per dare l’ultimo saluto al professore, Saverio Festa. C’erano gli studenti che nel corso degli anni hanno frequentato il suo corso di Filosofia Politica presso l’Università di Salerno, c’erano gli amici con gli occhi gonfi di lacrime, c’era anche qualche curioso che il professore l’aveva incrociato solo per caso.

Con Saverio Festa, come hanno ricordato in tanti in questi giorni, se ne va un uomo di raro spessore umano e morale, che ha saputo animare con la sua intelligenza la vita culturale della città.

Centinaia i messaggi di cordoglio che hanno ricordato il professore. Uno particolarmente toccante è arrivato dal
Segretario Generale CdLT (Camera del lavoro territoriale) Cgil Avellino.

“Le chiacchierate, le telefonate, le cene, tutte utili ad affrontare temi scottanti della società, della politica, del movimento sindacale, ma anche utili ad entrare negli intrecci della politica cittadina ,sempre più vuota ed incapace di dare risposte adeguate ai tempi. Una Città che ha perso l’anima, che si è venduta. Basta vedere il Corso, la scomparsa delle botteghe commerciali, della borghesia che ha ceduto il passo ai mercanti e faccendieri che sfruttano i dipendenti. Alla stregua di capi bastone che hanno dissanguato la città e vogliono continuare, visto cosa sembra concorrere alle amministrative. Anche con queste parole, qualche giorno fa mi aveva descritto la vicenda di Avellino. In questi anni ho capito che l’aspetto trasandato con cui si poneva era un modo per andare al nocciolo e non all’estetica della vita. Ed ora che è mancato, proprio dopo avere immaginato altre importanti attività per destare coscienze, per dare elementi culturali al popolo per incalzare chi si erge a voler essere “ elites”. In questi giorni mi sembra che sia proprio lui ,spuntare dall’angolo della strada, vicino casa sua, la stessa che conduce al Godot o al “bistrotto”come preferiva appellarlo, dove tornando tardi dall’Università ci davamo appuntamento,per poi fare delle passeggiate. Lui camminerà ancora insieme a me , a noi e attraverserà i luoghi della città, anche se la sua scomparsa ci e mi ha lasciato un senso di vuoto.

Ma forse come diceva lui, le mie sono fesserie, lui è qui con noi. Saverio non era un intellettuale per me, definirlo tale forse ne sminuisce la sua portata umana e politica . Con lui e attraverso il suo pensiero si dipanava il senso vero e l’Identità di questa città che non conosce abbastanza se stessa. Lui il ragioniere degli ultimi , perché aldilà dei pregiudizi diffusi, Saverio nel solco del socialismo austriaco, quello che ha schernito il simbolo dell’aquila Imperiale e gli fa stringere nelle zampe i simboli di falce e martello, mi ha introdotto nel cuore della città. Mi ha fatto conoscere e attraversare le storie umane e vite a stento, in una città non più borghese, ma avida ,arida e chiusa in se stessa che troppe volte tende a guardare “ i primi” a volerli imitare nelle peggiori azioni. Lui voleva, realmente, il riscatto degli ultimi, con l’esercizio dell’intelligenza, dello studio e la dignità, attraverso il lavoro, il confronto, gli incontri,questo l’unico modo per mettere in moto, l’ ascensore sociale.

Pur con le sue stravaganze, i suoi tic, lo ricorderò anche per questo, e a tratti essere percepito come fuori luogo, lui invece guardava al futuro, voleva dare strumenti per capirlo ed affrontarlo. Una volta gli dissi che mio nonno mi aveva esortato a studiare la storia e la geografia perché senza non si va da nessuna parte, e mi rispose aveva ragione tuo nonno. Il suo guizzo, pensiero forse non è arrivato fino in fondo in questa città, solo perché non amava fare le cose ordinarie , una persona straordinaria il ragioniere. Ci mancherai, ma noi lavoreremo nell’orizzonte che hai sempre cercato di far vedere, ed era ben delineato nei tuoi ragionamenti e nei tuoi scritti”.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie