Avellino – Eliseo: cancellati i cartelli “non sporcate” degli ambientalisti

Cancellati i cartelloni degli ambientalisti all'Eliseo di Avellino. Un gesto di chi al bene pubblico da poca importanza.

2' di lettura

La mamma degli imbecilli è sempre incinta. Anche questa volta i proverbi, ahinoi, non mentono e ne è la prova l’ultimo gesto commesso all’Eliseo di Avellino.

L’ex cinema cittadino infatti, venerdì scorso era stato pulito dai giovani di Fridays for future Avellino. Il comitato ambientalista provinciale ha lamentato l’eccessiva presenza di mozziconi di sigarette e cocci di vetro a pochi passi dalle porte di quello che dovrebbe essere un monumento.

Proprio per questo Fridays for future Avellino, ha incollato dei cartelli sulle mura del palazzo degli anni quaranta ricordando l’alto tasso di inquinamento delle sigarette e la necessità di lasciare la zona, così come tutta la città, pulita. Nella serata di ieri però, i cartelloni degli ambientalisti sono stati cancellati con delle scritte offensive e ignoranti.

Un atto simbolico ma significativo

L’aver imbrattato gli annunci di qualcuno, purtroppo per noi, denota un basso livello culturale di chi l’ha fatto. Molto probabilmente questo gesto è stato eseguito da giovani cittadini visto il luogo. L’Eliseo infatti è molto frequentato dalla movida avellinese soprattutto nel fine settimana.

L’intervento degli ambientalisti già sollevava l’alta inciviltà e il menefreghismo della cosa pubblica di molte persone. Si, proprio così, perché anche gettare a terra una sigaretta significa essere incivili. Questo atto è la prova del nove che la comunità avellinese, a partire da quella giovanile, non è totalmente preparata per quanto riguarda i temi di educazione e sensibilità ambientale. La colpa? La si può dare a tanti. Alle scuole che non sanno insegnare, alle famiglie che non sanno educare, alle autorità che non sanno punire…

Una certezza però c’è. Se uno le cose le vuole cambiare, può aver avuto anche i peggiori esempi di vita, le cambia. Se credi nel rispetto dell’ambiente, anche se non conosci l’incidenza di una cicca buttata a terra, non la butti. Se hai cura del bene pubblico anche se gli altri lo deturpano tu non lo fai e, nella migliore delle ipotesi, fai di tutto pur di migliorarlo.

Questi gesti, mi viene da pensare, derivino solo da persone che la testa sul collo non l’hanno mai avuta. Da gente che del bene e delle azioni degli altri non se ne importa. Da soggetti insomma, per non farla lunga, ignoranti.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!