Avellino, la befana e sua cugina Gilda: janara che viveva nella Torre dell'orologio

Una janara beneventana che ha vissuto per decenni nella Torre dell'Orologio di Avellino. La storia di una strega cugina della befana che ha legato a doppio filo la sua vita col capoluogo irpino.

avellino janara gilda befana
3' di lettura

Cari lettori, oggi vi parleremo di Gilda, una janara cugina della Befana che la notte del sei gennaio ha provato invano a ostacolarla per rubare i dolci a tutti i bambini della città.

La Befana e la Janara

Era una notte come tante e ad Avellino un vento freddo batteva sui palazzi. Dopo essere passata per Napoli e Salerno la Befana era arrivata nel centro storico del capoluogo irpino per consegnare le ultime calze ai bambini. All’altezza di piazza Libertà, mentre la Befana si preparava a scendere tra i vicoli della parte più antica della città, la janara Gilda si presentò davanti a lei e le sfilò la scopa. La Befana cadde a terra, ma per fortuna proprio dietro la fontana della piazza trovò una scopa abbandonata. Con la sua magia la rese come l’originale e una volta salita sopra iniziò a inseguire la cugina cattiva.

Di qua e di là, sopra e sotto tra i lampioni di via Nappi e i vicoli di via Duomo le due arrivarono sotto la Torre dell’Orologio. Iniziarono allora a volteggiare intorno al campanile più importante della città e ai palazzi che la circondano. Erano arrivate al decimo giro. La Befana era esausta ma la cugina, più giovane di lei, continuava a correre a cavallo della sua scopa. Proprio nel girare per l’ennesima volta però, la janara Gilda andò a sbattere contro l’orologio della torre, rimanendo attaccata alla lancetta.

La Befana allora approfittò dell’incidente della cugina e recuperò la sua scopa. Subito scappò a consegnare le calze a tutti i bambini e continuò il suo tour nelle città.

La janara nella Torre dell’Orologio

La strega Gilda rimase per tutta la notte attaccata alla lancetta fino a quando non le si strappò il vestito e cadde sul secondo piano della torre. Decise allora di entrare nel monumento per nascondersi dagli umani e per riparasi dal freddo. Adesso però c’era un problema. La janara non aveva più la scopa e non poteva tornare a casa così conciata anche perché nella caduta si era rotta una caviglia.

Così Gilda iniziò ad abitare la torre e a uscire di notte, zoppicando e per rubare qualche provvista. Molto spesso dalla parte centrale della torre fuoriusciva del fumo, qualcuno lo aveva segnalato, ma nessuno avrebbe mai immaginato che nella torre abitasse una strega. Qualche anno dopo, però, la Befana andò da lei. Come cugina maggiore, le tolse il potere dell’immortalità e Gilda iniziò ad invecchiare.

Da quel giorno la janara, originaria di Benevento, iniziò a uscire per le vie di Avellino e a ritirarsi la notte nella torre senza che nessuno la vedesse. Riuscì a fare amicizia con molti abitanti del posto e divenne dolce e affabile. La notte del sei gennaio di decine di anni dopo, fu l’ultimo giorno di Gilda ad Avellino. Proprio quella sera la vecchia strega stava scrivendo una poesia da dedicare al capoluogo irpino, quando un forte vento invase la torre e la portò via.

La poesia della janara

La mattina dopo, un suo amico artigiano trovò la prima parte della poesia di Gilda che diceva: “Una notte di soppiatto nella torre mi intrufolai e da quel giorno tante cose alla gente io rubai. Tutto a un tratto iniziai a invecchiare e da tutti gli avellinesi a farmi amare. Avellino una terra misteriosa…”. L’artigiano ripose il foglio nel comodino e quella notte sognò la janara che raccontava la sua storia.

I cittadini si misero alla ricerca della buona strega, ma nessuno la trovò mai. Ogni sei gennaio – secondo la leggenda – Gilda torna ad Avellino per visitare la sua fredda dimora. Una piccola stanza in una grande torre che ancora oggi ha un fascino magico. (*racconto di Antonio dello Iaco)

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!