Avellino, bomba contro l’auto del testimone: indagato davanti al giudice

L.V. è accusato di essere il mandante dell'attentato esplosivo registrato a giugno del 2018 alla vigilia di un processo di camorra.

1' di lettura

Si terrà domani, 24 luglio 2020, l’interrogatorio di garanzia per L.V. (difeso dall’avvocato Raffale Bizzarro), ritenuto il mandante dell’attentato esplosivo con una bomba carta fatta esplodere a giugno 2018 contro l’auto dell’imprenditore edile, P.D., testimone nel processo di camorra che vede coinvolto l’ex sindaco di Pago del Vallo di Lauro (Avellino), Giuseppe Corcione.

Bomba carta contro auto del testimone: arrestato

I carabinieri del nucleo investigativo di Avellino, coordinati dal capitano Quintino Russo, hanno eseguito la misura cautelare disposta dal gip. La bomba carta aveva danneggiato la Fiat Panda dell’imprenditore parcheggiata nel comune di Quindici. Il fatto era avvenuto a giugno del 2018.

Le indagini

Il pregiudicato arrestato è ritenuto gravemente indiziato di “violenza e minaccia per costringere  a commettere un reato, cessione e detenzione di materiale esplosivo, induzione alla falsa testimonianza – con l’aggravante di aver agito con modalità mafiose”.

L’attentato esplosivo per gli inquirenti era solo l’epilogo di una serie di minacce.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie