Brigante Hirpino: via le strade dedicate a Giuseppe Garibaldi. Non è un eroe

L’ “Associazione Culturale Centro Studi Ruggero II-Lo Brigante Hirpino” protesta contro una decisione del Prefetto di Caserta. Ecco perché

1' di lettura

Si tratta di una questione avvenuta a Sparanise (Ce), dove la volontà del Sindaco e della Giunta Comunale di rimuovere e sostituire l’intitolazione di una strada del comune -dedicata a Giuseppe Garibaldi– è stata proibita e negata dal Prefetto di Caserta. Ecco qui di seguito l’appello di protesta da parte dell’ “Associazione Culturale Centro Studi Ruggero II-Lo Brigante Hirpino” nei confronti del Prefetto di Caserta:

“L’Associazione Culturale Centro Studi Ruggero II – Lo Brigante Hirpino”, di San Mango sul Calore (Av), apprende con sgomento una decisione scellerata e iniqua del Prefetto di Caserta. Il Consiglio Comunale di Sparanise (Ce) aveva deciso di cambiare nome a Via giuseppe garibaldi (nome e cognome volutamente in minuscolo, esplicandone il motivo di rigetto a chi non riteniamo nè un eroe, nè un patriota), rendendo così giustizia alla martoriata Terra di lavoro tanto saccheggiata e schiavizzata dal criminale nizzardo in camicia rossa.

Il Prefetto, arbitrariamente, ha deciso che la proposta non è ricevibile. Eleviamo la nostra protesta per quest’ennesima imposizione e proibizione liberticida di chi espressione del governo coloniale italiano”.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!