Avellino Calcio – Abibi e la papera: i giovani possono sbagliare

2' di lettura

Resta un punto interrogativo dopo il match di domenica contro il Bisceglie. Abibi, dopo l’errore, merita un posto da titolare? Una domanda che vien posta da tutti i tifosi dopo il clamoroso errore del portiere italo-albanese che ha regalato la vittoria alla squadra pugliese. In effetti, andando ad analizzare la dinamica del goal, il portiere biancoverde esce senza tener presente la distanza dai pali e il vantaggio accumulato dai propri difensori sui giocatori avanzati. Senza la sua uscita, i calciatori del Bisceglie non avrebbero mai calciato in porta, mantenendo il dato statistico fermo allo zero. È ben precisar che la squadra di Vanoli, ben messa in campo, è riuscita a contrastare il gioco dei biancoverdi di Giovanni Ignoffo, ma al tempo stesso in avanti il proprio gioco è stato evanescente se non prossimo allo zero, con l’unico tiro in porta arrivato con Abibi fuori dai pali.

Ed è proprio questo errore che ha suscitato qualche dubbio tra i tifosi. I più attenti non hanno dimenticato un paio di interventi bordeline dell’estremo difensore, che fin dalla prima giornata di campionato ci ha dato dimostrazione del proprio “coraggio” nelle uscite, mettendo in difficoltà la propria difesa. A Potenza, contro il Picerno è stato Laezza a metterci una pezza. Adesso l’interrogativo è comprendere se Tonti possa scalzare Abibi dal posto di titolare. Ovviamente sono scelte tecniche che spettano all’allenatore, che giornalmente vede il livello raggiunto dai propri calciatori in allenamento.

Al tempo stesso bisogna dar fiducia al giovane portiere che finora tra i pali non ha mai deluso i propri tifosi. Bisogna sapere accettare l’errore di un giocatore di 22 anni che si fa carico del reparto difensivo. Evidenziare le colpe per una sconfitta è cosa buona e giusta all’interno di uno spogliatoio, dove i singoli devono assumersi le proprie responsabilità per far crescere il gruppo nel complesso. Colpevolizzare e demonizzare un giovane portiere di 22 anni è sbagliato perché non tiene conto che il ruolo dell’estremo difensore, da i propri frutti nel lungo periodo. Basti ricordare il giovanissimo Zenga a Salerno, autore di una partita contro il Pisa di una memorabile papera. Venne affrontato fuori dal campo dai tifosi. Lui era in lacrime, i supporter gli dicevano di non preoccuparsi. Nella partita successiva, grande prestazione e rigore parato. Da giovane si sbaglia ed i portieri ancora di più.

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie