Braglia, quanti giovani nelle sue promozioni: tanti sono ex Avellino

Piero Braglia, i giocatori protagonisti delle sua promozioni. Quanti ex Avellino in squadra

2' di lettura

Settimana decisiva in casa Avellino per la scelta del nuovo allenatore. Il nome del futuro tecnico dei lupi, esclusi clamorosi ribaltoni (ipotesi molto remota), sarà Piero Braglia. Il tecnico toscano, classe 1955, nonostante le smentite relative a un incontro con Di Somma, è a un passo dalla panchina biancoverde. (Qui la scheda tecnica di Braglia)

Un allenatore di grande spessore, che ha ottenuto 4 promozioni in Serie B. Conosce la Lega Pro e le tante insidie. Il suo modulo ideale è il 3-5-2. L’aggressività è il marchio di fabbrica delle sue squadre. Il mister è molto abile a valorizzare i giovani. Ecco qui dei casi emblematici di questa sua grande capacità di puntare sui ragazzi di talento.

Piero Braglia, i protagonisti delle promozioni

Analizziamo le rose delle 4 squadre con cui Braglia ha ottenuto la promozione, cose le accomuna?

Gente esperta, sicuramente, ma anche squadre ricche di giovani talenti che il tecnico toscano ha valorizzato al meglio.

Nel Cosenza 2017-18, che vinse quei playoff, aveva giovani come Dermaku, ora al Parma, Okereke che adesso gioca al Bruges.

La Juve Stabia 2010-11, con Di Somma direttore sportivo, vinse i playoff e ottenne la promozione in Serie B. Braglia fece esplodere Leonardo Pavoletti, allora giovanissimo, ora al Cagliari in Serie A, Giorgio Corona, Jerry Mbakogu, per anni ottimo attaccante in Serie B, con presenze in A, c’era anche un giovane Alessandro Fabbro, che poi si è ripetuto ad Avellino. Un altro ex lupo, Nicola Ciotola, è stato protagonista sia Castellammare ma anche del Pisa che nel 2007 vinse un campionato con Braglia in panchina.

Braglia a Catanzaro e a Pisa

Giorgio Corona fu protagonista anche nel 2002-03, nella prima promozione di Braglia con il Catanzaro, realizzando ben 19 gol in quella stagione. Esplose anche un giovanissimo Toledo, che però poi non ha mantenuto le aspettative.

Nel Pisa del 2006-07, oltre proprio a Ciotola, esplose l’attaccante Ceravolo, e c’erano Giuseppe Morfù e Domenico De Simone a centrocampo (che dovrebbe essere il suo vice ad Avellino) ed Emanuele D’Anna.

Senza dimenticarci dei due tesserati attuali dell’Avellino che hanno lavorato con Braglia, Diego Albadoro, anche lui avuto a Castellammare nel 2010-11 e di Celjak, avuto ad Alessandria nel 2016-17. Due nomi che potrebbero, visto il loro passato, anche restare ad Avellino.

Insomma, tanti intrecci anche con i lupi, per Piero Braglia che, come visto, oltre a gente esperta, costruiva le sue squadre anche su giovani talenti in rampa di lancio. Che sia così anche in Irpinia?

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie