Avellino Calcio – Tutti i nomi ed i personaggi dietro la cordata di Martone

2' di lettura

Dietro la cordata capeggiata da Martone ci sarebbero tre imprenditori. I nomi, dopo aver raccolto più informazioni possibili, corrisponderebbero alle figure di Nicola Di Matteo, ex ad del Teramo, Nicola Circelli, ex presidente del Campobasso Calcio e un membro della famiglia Izzo di Montesarchio. L’interesse da parte del gruppo sarebbe concreto. In questi giorni sarebbe stata versata una caparra penitenziale all’Avellino Calcio ad inizio della trattativa. In questo momento sarebbe in corso una valutazione delle carte del club fornite dal custode giudiziario, Francesco Baldassarre, e dall’ad Scalella.

La coppia Martone – Di Matteo non cede il passo ed insiste per acquisire una società sportiva. Gia quest’estate, il duo, ha tentato di acquisire il Foggia Calcio senza però riuscirci.

La trattativa proseguirebbe, nonostante qualche perplessità espressa dalla Sidigas in merito ai nomi degli acquirenti. In effetti, la figura di Nicola Di Matteo, non può passare inosservata. Nel gennaio 2019, fece scalpore una sua esternazione quando ricopriva il ruolo di amministratore delegato del club abruzzese inerente al mondo malavitoso. “La camorra è una scelta di vita. (…) È una scelta di vita, per me. Ognuno fa la sua vita. Ognuno di noi ha il diritto di scegliersi la sua strada e di disegnare il proprio percorso, ma quel tipo di vita non mi piaceva, né la reputo raccomandabile””. Esternazioni che hanno fatto il giro di tutta Italia e che sicuramente non rendono contenti i tifosi biancoverdi che sui social iniziano a dimostrare qualche preoccupazione in merito. In passato, queste dichiarazioni, non sono passate inosservate al numero uno della lega pro, Francesco Ghirelli, che segnalò il tutto al Comitato Etico con la conseguente sospensione dell’imprenditore da qualsiasi evento della Lega Pro. Il Tribunale Federale Nazionale, il 17 giugno dichiaro inammissibile il procedimento poiché non risultava esser proprietario di nessuna quota del Teramo Calcio né tantomeno di aver ricoperto nessun ruolo all’interno del club.

Nicola Circelli, altro membro della cordata, è titolare di un’azienda che produce metalli e infissi a San Bartolomeo in Galdo, paese della provincia di Benevento, al confine tra Molise, Puglia e Campania.

A curar la trattativa, ci sarebbe una figura non del tutto nuova al calcio avellinese, quella di un professionista, ex revisore dei conti dell’Avellino Calcio di Walter Taccone e consulente dell’Ap Green.

In attesa del 19 novembre, data in cui sarà valutata la bontà del piano di ristrutturazione di debiti, proposto dalla Sidigas, per evitare il fallimento, il destino dell’Avellino Calcio rimane in bilico.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!