Avellino Calcio – Avvocato Petrillo: "Il cda dia le dimissioni per facilitare la cessione"

us avellino
1' di lettura

L‘Avellino Calcio può esser venduto. Questa la decisione emersa dall’assemblea dei soci che si è svolta questo pomeriggio negli uffici della Sidigas. De Cesare non era presente. Il notaio, presente all’incontro, ha ritenuto l’assemblea validamente costituita. Il passaggio di proprietà si concluderà lunedì.

Adesso la cordata Martone aspetta le dimissioni del cda dell‘Us Avellino 1912 costituito da De Cesare, Iuppa e Mauriello. Dimissioni indispensabili per facilitare l’iter che dovrà garantire la gestione del club. L’avvocato Luigi Petrillo, nonché consulente della cordata Izzo – Martone, ritiene che “adesso gli acquirenti aspettano le dimissioni del consiglio di amministrazione dell’Avellino Calcio. Ci sembra la cosa più corretta da fare per far sì che si possano garantire tutte l’incombenze contabili e aziendali. Bisogna poter assicurare il prosieguo della società senza dove allungare i tempi.”

L’avvocato Petrillo è chiaro: chi siede nel cda del club biancoverde, deve dare le dimissioni. Qualsiasi tentativo di opposizione rischia di arrecare un danno alla società e di conseguenza ai tifosi. Un legame, quello tra la proprietà uscente e la curva sud, venuto a mancare già da quest’estate. Basta ricordare i tanti striscioni apparsi in città. De Cesare non può opporsi più alla vendita e naturalmente neanche Claudio Mauriello. L’Avellino Calcio nelle prossime ore dovrebbe voltare pagina, con progetto della cordata di Aniello Martone.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!