Avellino Calcio – Un altro stop alle trattative, De Cesare non molla. Per ora

De Cesare di profilo

1' di lettura

La trattativa per l’acquisizione dell’Avellino Calcio ha subito una brusca frenata. Come succede oramai da mesi. C’è stato solo un approccio superficiale tra le parti con la cordata capeggiata dall’imprenditore Luigi Izzo e Nicola Di Matteo. Dietro di loro l’ombra di Angelo D’Agostino.

L’offerta, presentata oralmente negli ufficia Sidigas di Napoli, si è scontrata con il secco no di Giannadrea De Cesare. Il patron è rimasto fermo sulle sue posizioni. Due i milioni richiesti dalla società biancoverde contro l’offerta ferma a un milione e 200 mila di euro. La società irpina si è mostrata aperta al dialogo cercando i giusti acquirenti. Finora, stando alle indiscrezioni trapelate dagli ambienti Sidigas, nessuno si è presentato con un’offerta ritenuta adeguata da De Cesare.

Difficile immaginare sviluppi possibili per questa ultima trattativa. Le parti al momento sono distanti e gli imprenditori interessati non sembrano propensi a venire incontro alle richieste di De Cesare.

Intanto il 13 settembre è atteso il ricorso al Riesame da parte della Procura della Repubblica di Avellino avverso alla decisione del Gip sui sequestri applicati a Giannandrea De Cesare.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!