Avellino Calcio – promozione, inchiesta e dimissioni. Un anno di De Cesare

4' di lettura

Gianandrea De Cesare si è dimesso da amministratore delegato dell’Avellino Calcio. Questa mattina si è chiusa una gestione sportiva durata meno di un anno. Con un campionato vinto sul campo e poi le vicende giudiziarie che hanno travolto Sidigas.

Ora l’Avellino Calcio va venduto le per assicurare un futuro in vista del prossimo campionato di Serie C. Entro il 31 luglio vanno tesserati dodici giocatori e completato lo staff come richiesto dalla Figc.

Ecco le date più importanti dell’anno di De Cesare ad Avellino.

Avellino Calcio
Gianandrea De Cesare

Avellino Calcio, dopo Taccone De Cesare

Tutto inizia la scorsa estate. Quando Walter Taccone è stato travolto da vicende giudiziarie e l’Avellino Calcio è stato escluso dalla Serie B. La rifondazione viene affidata a De Cesare. L’imprenditore, con 23 assegni per un valore da 3 milioni e ottocento mila euro, ha vinto la gara indetta dal sindaco Vincenzo Ciampi.

Non mancano le polemiche. A partire dalle cordate Preziosi-Marinelli e D’Agostino-Matarazzo che pure volevano acquistare il club biancoverde. Chiedono ulteriori chiarimenti sull’offerta di De Cesare. Chiarimenti che non arrivano. In tanti ritengono un grave errore accentrare nella mani di una sola persona tutto lo sport cittadino. Ma il sindaco sceglie diversamente. Fra i promotori di De Cesare c’è anche il consigliere regionale Maurizio Petracca.

Avellino, Ciampi: basta "finti nuovi" e chi si attacca alla poltrona
L’ex sindaco Vincenzo Ciampi

Chi è Gianandrea De Cesare

De Cesare imprenditore a cui fa capo la società irpina di distribuzione gas Sidigas costituita nel 1967 con un ruolo di rilievo della famiglia de Cesare. La società ha iniziato negli anni ’80 a distribuire gas ad Avellino, Montemiletto, Atripalda e Mercogliano per poi allargarsi a comuni di Benevento, Caserta e Potenza. L’esperienza di De Cesare con la Scandone parte nel 2011-2012, prima come sponsor. Poi nel 2012-2013 la società diventa socia del club sportivo.

sidigas concordato in bianco
Sidigas

L’esperienza di De Cesare ad Avellino

L’Avellino Calcio parte in modo stentato, poi grazie a una lunghissima serie di tredici vittorie nel girone di ritorno, conquista la finale spareggio vinta contro il Lanusei. E’ serie C. L’apice dell’esperienza De Cesare è rappresentato dalla festa per la promozione a Capri, sullo Yacht messo a disposizione dall’imprenditore.

Intanto dal tribunale fallimentare è partita una segnalazione. Un contenzioso fra Eni e Sidigas spinge il magistrato a chiedere una perizia. Viene accertato un patrimonio immobiliare e liquido insufficiente a saldare i 12 milioni di euro dovuti da Sidigas a Eni.

Inchiesta Sidigas

Le carte arrivano in Procura e scatta l’indagine del procuratore aggiunto, Vincenzo D’Onofrio, e del sostituto, Vincenzo Russo. La finanza e un consulente accertano un quadro economico critico di Sidigas. Arriva la richiesta di fallimento. Il malumore della piazza sala. La società sceglie la strada del silenzio e, intanto, blocca la procedura di fallimento annunciando la volontà di ricorrere al concordato in bianco. Dovrà essere prodotto, con la supervisione dei commissari, un piano di ristrutturazione del debito.

Sidigas annuncia di voler vendere le squadre sportive. Così scattano i sequestri d’urgenza della Procura per oltre novanta milioni. I magistrati teorizzano un omesso versamento di Iva superiore ai dieci milioni e il reato di auto-riciclaggio. Il gip conferma il sequestro di otto milioni a carico di De Cesare. Il rapporto con la piazza è ai minimi termini. I tifosi chiedono inutilmente spiegazioni a Mauriello e all’imprenditore napoletano.

Angelo Antonio D’Agostino

Avellino Calcio, le offerte finora

Intanto spuntano le prime manifestazioni di interesse. La società tentenna, fino a ieri sera. Quando viene resa nota la volontà di proporre un’asta per scegliere l’acquirente migliore per soddisfare i creditori. Al momento è corsa a tre: fra Angelo Antonio D’Agostino, un gruppo imprenditoriale nel quale c’è anche l’ex presidente biancoverde Gaetano Tedeschi e una imprenditore napoletano che è rappresentato dall’avvocato Sergio Capograssi.

Questa mattina, poi, De Cesare annuncia le dimissioni da amministratore delegato dell’Avellino Calcio.

Scandone in serie B

Quanto accaduto alla Scandone è ancora più emblematico. La vicenda sportiva di Sidigas si chiude con nessun titolo vinto e la retrocessione in serie B, quella dei dilettanti, dopo diciannove campionati in massima serie.

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie