Avellino Calcio – ancora niente fideiussione e botteghini chiusi

Avellino Calcio
1' di lettura

Ancora nessuna fideiussione consegnata per sbloccare il mercato dell’Avellino calcio. Un documento fondamentale per autorizzare altre spese di mercato e sbloccare le posizioni di Iallanes, De Marco, Karic e Stojkovic, al momento non utilizzabili da Ignoffo. Difficoltà anche a trovare un imprenditore che faccia da garanzia per rendere più agevole il percorso della fideiussione.

Una corsa contro il tempo visto che il due settembre si chiuderà il mercato. E da allora la società potrà ingaggiare solo svincolati. La fideiussione permetterebbe alla società di aver a disposizione circa un altro mezzo milione da investire sul mercato.

Avellino, squadra incompleta

Soprattutto in attacco dove non ci sono alternative a Albadoro e Alfageme. Se la situazione fideiussione si sbloccherà, restano come ipotesi quella di Gianmarco Comi che al momento ha rifiutato una trattativa con il Palermo in serie D. E un’altra alternativa potrebbe arrivare dalla primavera, magari forse ancora dal Genoa. Al momento, si sono rivelati vani i nostri tentativi di metterci in contatto con i rappresentanti della società Sidigas e dell’Avellino. I cellulari, a partire da quello di Gianandrea De Cesare, risultano spenti.

Botteghini chiusi:

Chiusi i botteghini per problemi che riguardano vicende societarie e i dipendenti, alcuni in comune con la Scandone. I tifosi sono in attesa che si sblocchi la prevendita per acquistare i biglietti per la trasferta contro la Vibonese.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!