Lanusei, Ladu rinnova: “Avellino? Non c’erano le basi per fare bene”

1' di lettura

Sfuma un altro calciatore considerato molto vicino all’Avellino Calcio. Pietro Ladu, capitano del Lanusei, ha rinnovato con la società sarda dopo un lunga attesa. Nella settimane precedenti si erano intensificati i contatti tra Carlo Musa ed il giocatore, con il diesse biancoverde fortemente intenzionato a portare il calciatore all’ombra dello Stadio Partenio Lombardi. La trattativa però si è arenata per via dei problemi societari derivanti dall’istanza di fallimento avanzata dalla Procura di Avellino nei confronti della Sidigas Spa.

Pietro Ladu, fresco di rinnovo, ha raccontato della trattativa con l’Avellino Calcio all’Unione Sarda, precisando le cause che hanno interrotto la trattativa.

 “Il Lanusei è la mia seconda casa. Ho avuto delle motivazioni personali private, poi so quali sono ambiente e società troverò. C’è stato un contatto con l’Avellino , poi ho avuto un’altra proposta, ma non c’erano le basi per fare bene. Avellino è una grande piazza, però la società è stata messa in vendita ed è sfumato tutto. Personalmente sono contento della mia scelta di restare a Lanusei, ma spero che prima o poi arrivi una proposta seria nei professionisti in un progetto importante. Difficilmente faremo un altro campionato di vertice, ma punteremo a una salvezza tranquilla e a divertire. Abbiamo iniziato con poche centinaia di tifosi che alla fine sono diventati migliaia, spero si continui così. È la cosa più bella che ci sia capitata. Nuova squadra? Mister e direttore sportivo cercheranno prima di tutto uomini che giocatori, chi è coinvolto in maniera giusta dà tutto”.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!