Avellino Calcio – Niente fondi per lo stadio, il Comune deve fare di più

campo b
2' di lettura

Campagna abbonamenti in ritardo. Stadio Partenio Lombardi non disponibile per il match di Coppa Italia. Queste le ultime problematiche che si aggiungono all’ennesima estate travagliata per i tifosi biancoverdi.

Se il Ferragosto avellinese è entrato nel vivo, con eventi che si susseguono in ogni angolo della città svegliando dal torpore degli ultimi anni la cittadinanza, i lavori allo stadio Partenio sono in netto ritardo.

L’amministrazione del neo sindaco Festa al momento non è riuscita a garantire alla società biancoverde il completamento dei lavori richiesti dall’Avellino Calcio per l’utilizzo dell’impianto di via Zoccolari.

Partenio, i lavori da fare

Il Comune di Avellino ha effettuato i lavori di installazione della video sorveglianza e di sostituzione del gruppo elettrogeno. Tutti requisiti richiesti esplicitamente dal regolamento di Lega Pro. Intanto ci sono da sistemare anche i posti a sedere della Tribuna Montevergine Laterale e le linee perimetrali del campo da gioco che dovrebbero esser effettuati tra il 19 ed il 23 agosto, consentendo alla società biancoverde di scendere in campo contro il Catania per il primo match di campionato.

In settimana, l’assessore allo sport Giacobbe, ci ha detto che: “I vari lavori per la sicurezza e per il gruppo elettrogeno sono terminati. Il rifacimento delle linee perimetrali è molto più complesso. Bisogna sollevare il manto erboso e riposizionarlo. L’anno scorso la Lega dilettanti aveva dato la proroga per il termine dei lavori che non sono mai stati avviati. Abbiamo individuato una ditta. Dobbiamo, però, definire i capitoli di spesa perché il Comune già ha speso 80mila euro per lo stadio e molte altre strutture sportive hanno bisogno di manutenzione. E ci sono risorse da reperire”.

Stadio, il Comune che fa?

Parole che sottolineano l’impossibilità da parte del Palazzo di Città a fornire i fondi necessari per il completamento dei lavori, soprattutto per quanto riguarda l’installazione dei sediolini in tribuna Montevergine. Il Comune ha esplicitamente affermato di non aver la liquidità tale per poter garantire l’istallazione dei posti a sedere nella tribuna.

La planimetria definitiva del settore serve per poter avviare la campagna abbonamenti in modo tale da poter comunicare alla società Viva Ticket la disposizione dei posti a sedere. Intoppi che penalizzano la società biancoverde alla ricerca di fondi necessari per il proseguo del campionato, al momento garantiti solo dalla fideiussione stipulata ad inizio stagione.

Partenio B: il punto

La società, nonostante la critiche per le vicende giudiziarie, ha pagato al Comune di Avellino il canone di 115 mila euro per l’utilizzo dell’impianto sportivo. Soldi che dovrebbero esser destinati all’ammodernamento dello stadio Partenio. Da sottolineare come nelle convenzione sia previsto anche il rifacimento del campo B e delle relative strutture adiacenti, permettendo cosi alla società l’utilizzo in toto del Partenio in vista dei campionati giovanili che la società affronterà quest’anno. Al momento, il Partenio B è solo un pezzo di terra ben zappato dove le erbacce e le talpe fanno da padrone.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!