Sport⚡ Vai in versione lampo ⚡

Sidigas vuole mantenere Avellino Calcio e Scandone

0
1' di lettura

Avellino Calcio e Scandone molto probabilmente non rientreranno nel piano di rientro previsto dal concordato in bianco proposto dalla Sidigas. Quindi l’intenzione di Gianandrea De Cesare è quella di mantenerne la proprietà. E’ questo è quanto emerso dalle parole del presidente dell’Avellino Calcio, l’avvocato Claudio Mauriello, all’uscita del tribunale dove si era appena conclusa l’udienza per decidere sull’istanza di fallimento avanzata dalla Procura, che non ha sortito effetto per la società.

claudio mauriello tribunale
Claudio Mauriello all’uscita del tribunale

Sidigas, sì al concordato in bianco

Il giudice, questa mattina, si è allineato con quanto affermato dai magistrati fallimentari che hanno dato disponibilità al concordato bianco avanzato dalla difesa della società. Sessanta giorni per ridefinire i debiti e proporre un piano di rientro.

curva sud davanti al tribunale
Tifosi davanti al tribunale di Avellino

Avellino Calcio e Scandone

Ma l’attenzione della piazza, è chiaro, è quella di sapere che ne sarà della due squadre sportive. E, stando alle parole di Mauriello, si ripartirà dall’attuale società che dovrà, comunque, affrontare una corsa contro il tempo per allestire una squadra competitive in vista del campionato imminente. Intanto il presidente si è sbilanciato parlando di una futura conferenza stampa dove, molto probabilmente, sarà presente anche il patron Gianandrea De Cesare.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!

Commenti

Comments are closed.

Potrebbe piacerti anche