Avellino, Parisi: pugnalato dalla società dopo quelle promesse

Il terzino, ormai ex giocatore della squadra irpina, ha spiegato i motivi che lo hanno spinto ad andar via a Empoli.

Intervista di Fabiano Parisi sul suo addio all'Avellino calcio
Intervista di Fabiano Parisi sul suo addio all'Avellino calcio
2' di lettura

Bastava adeguare il contratto, senza pugnalarmi alle spalle come hanno fatto il presidente e il direttore sportivo. La sintesi del pensiero di Fabiano Parisi, ormai ex giocatore dell’Avellino, che ha parlato a Il Mattino del motivo che lo avrebbe spinto a lasciare l’Irpinia in direzione Empoli.

Un rapporto, quello fra il terzino di Serino e la dirigenza biancoverde guidata dal patron Angelo Antonio D’Agostino, che si è compromesso nell’ultimo mese e mezzo.

Avellino, Parisi: io pugnalato alle spalle

Due ricostruzioni dei fatti contrapposte. La società che ha fatto sapere come fosse proprio Parisi a voler andar via, nonostante i tentativi per trattenerlo, e ora c’è la versione del calciatore.

“Ero convinto di restare un altro anno – ha detto Parisi a Il Mattino – ma sia la società che il direttore avevano deciso di vendermi per fare cassa… Qualcosa,
l’avevo già intuita quando il presidente, nella sua prima intervista, disse che sarebbe stato difficile trattenermi…sarebbe bastato adeguarmi il contratto senza pugnalarmi alle spalle insieme al direttore, che con me non ha mai parlato di nulla, eppure ha avuto tanti mesi per adeguarmi il contratto”.

Quando il direttore sportivo era Carlo Musa, a Parisi era stato promesso un contratto triennale. Poi, ha spiegato il giocatore, durante la trattativa in corso fra Mario Giuffredi (nuovo agente di Parisi) e la dirigenza biancoverde, è arrivata una Pec dalla società. Il calciatore veniva informato di essere vincolato all’Avellino fino al 2023 con un contratto da mille euro al mese (contratto di addestramento).

L’amore per i tifosi

Parisi, però, che negli ultimi mesi dello scorso campionato si era affermato come uno dei prospetti più interessanti nel suo ruolo, non aveva intenzione di rinunciare a un altro contratto da professionista. Anche perché, ha chiarito nella sua intervista a Il Mattino, ha giocato praticamente gratis per l’Avellino e “persino con una costola fratturata, tenendo il problema nascosto a mia madre”.

Parisi ha parlato del suo grande amore per l’Avellino e gli avellinesi. Ha ringraziato i tifosi per averlo fatto sentire importante e ha promesso che, questo, sarà solo un “arrivederci”.

Un epilogo amaro che, magari, diverrà emblematico in attesa del futuro da costruire. Per una società che, fin dal suo insediamento, ha promesso di voler valorizzare i giocatori della primavera, emulando un modello un tempo virtuoso come il Barcellona che, per anni, ha saputo crescere e poi premiare, legandoli a sé, i migliori calciatori del vivaio.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie