Avellino Calcio, ora si può vendere. Imprenditori uscite allo scoperto

2' di lettura

“Se c’è qualcuno interessato si faccia avanti.” Queste le parole del sindaco Festa nell’aula consiliare del comune del capoluogo irpino. Nessuno finora ha presentato un’offerta concreta per l’Avellino Calcio. Solo voci, sondaggi informali. Nessuna Pec, però, niente di niente. Con i giorni che si sono susseguiti senza novità, mentre l’umore della piazza è precipitato. Comprensibilmente.

Questo è il punto da cui partire. Nessuno ha palesato il proprio interesse. Il primo cittadino, Gianluca Festa, ha cercato di far chiarezza sulla vicenda societaria che tiene col fiato sospeso i tifosi biancoverdi. L’Avellino Calcio potrà esser messa in vendita se qualcuno si farà avanti e se ci sarà il benestare del custode giudiziario, Francesco Baldassarre, nominato dalla procura di Avellino. Sarà lui, insieme ai commissari, a valutare la concretezza dell’offerta presentata dai papabili acquirenti.

Adesso, insomma, la palla passa agli acquirenti di cui si è sentito tanto parlare nelle ultime settimane. Se c’è qualcuno realmente interessato adesso deve farsi avanti. Non ci sono più scuse e non c’è nemmeno più il tempo per tentennare. Adesso gli alibi non servono più. E chi si nasconde, diventa complice di questa incertezza societaria.

La Sidigas chiederà la possibilità di poter tesserare almeno allenatore e direttore sportivo, per poter cominciare ad allestire la squadra per il prossimo campionato di Serie C. Impossibile conoscere l’identità del diesse, anche se nelle ultime settimane il nome di Salvatore Di Somma si è fatto sempre più forte, soprattutto dopo le dichiarazioni di alcuni procuratori che non hanno mai nascosto il suo nome come intermediario di Claudio Mauriello.

Rapporto teso con la Curva Sud

Una frattura profonda si è creata con la Curva Sud, stanca delle vicende giudiziarie, chiede chiarimenti sulle intenzioni societarie. I tifosi presenti hanno contestato aspramente Claudio Mauriello. Parole dure utilizzate dalla Curva Sud nei confronti di De Cesare, tacciato di non voler incontrare i tifosi e di menefreghismo verso le società sportive. “Per me è un onere ed un onore”, queste le parole del patron al momento dell’acquisizione dell’Avellino Calcio. Oggi è cambiato tutto. Il tifo si sente tradito e ha dato il suo verdetto: De Cesare deve passare la mano. Tocca adesso agli acquirenti farsi avanti. Anche loro, non hanno più scuse.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie