Avellino, Camarillo Brillo: i 20 dischi preferiti dagli avellinesi nel 2019

Avellino, Camarillo Brillo: la classifica con i venti dischi preferiti dagli avellinesi nell'ultimo anno (il 2019).

8' di lettura

Da Camarillo Brillo una classifica speciale questa settimana, quella dei dischi più venduti dell’anno nello storico negozio di Michele Acampora e Silvia Limongiello (via Stanislao Mancini ad Avellino).


20 – Pink Floyd – The dark side of the moon – Il capolavoro dei Pink Floyd si conferma l’album più venduto tra i dischi di catalogo, precedendo Unknown pleasures dei Joy Division, Back in black degli AC/DC, Nevermind dei Nirvana, In the Court of the Crimson King dei King Crimson, il primo album dei Doors, Led Zeppelin IV, Velvet Underground featuring Nico, Ok Computer dei Radiohead e Grace di Jeff Buckley…


19 – Fiorella Mannoia – Personale – A prescindere da Mina, resta l’interprete italiana più apprezzata dal pubblico e dagli autori.


18 – Liberato – Liberato – Il fantomatico protagonista del web ha pubblicato il suo primo album riscuotendo un buon successo, probabilmente lievemente inferiore alle attese.


17 – Billie Eilish – When we all fall asleep – La rivelazione mondiale dell’anno.


16 – Liam Gallagher – Why me? Why not – “Volevo che questo mio secondo disco fosse superiore a quello precedente. Sarà un album migliore di “As you were” e questo la dice lunga, perché quello è stato un disco epico, no?” Al di là dell’eccesso di autostima, il disco è molto piacevole, fedele alle sonorità che fecero del gruppo di provenienza l’alfiere del Brit Pop.


15 – Renato Zero – Zero il folle – Produzione e arrangiamenti affidati a Trevor Horn (Paul McCartney, Rod Stewart, Robbie Williams). Packaging curatissimo sia per il cd che per il vinile, pubblicati in quattro diversi colori.


14 – Franco Battiato – Torneremo ancora – Quattordici perle tratte dal suo repertorio, più il brano inedito che dà il titolo all’album, registrati nel 2017 con la Royal Philarmonic Concert Orchestra, diretta dal Maestro Carlo Guaitoli.


13 – Vasco Rossi – Vasco nonstop Live – Il concerto di San Siro.


12 – Marracash – Persona – Nella sfida tra i rapper italiani è Marracash a prevalere con un lavoro da ascoltare con attenzione, a caccia di citazioni colte e tributi al passato (sono un ragazzo di strada …).


11 – Vinicio Capossela – Ballate – per uomini e bestie. Sempre molto amato ed apprezzato dalle nostre parti, ha realizzato un album complesso e a tratti oscuro.


10 – Bruce Springsteen – Western Stars – Songs for the film. Versione Live del disco che troveremo più in alto, arricchita da una cover di Glen Campbell, artista americano al quale si è ispirato non poco Springsteen nella composizione dei brani di “Western Stars”.


9 – Motorpsycho – The Crucible – Da sempre nel cuore degli appassionati della nostra provincia, ci hanno regalato un magnifico concerto al Teatro Partenio.


8 – Beatles – Abbey Road – 50 anni dopo con inediti e rarità.


7 – Coldplay – Everyday life – Una sorta di concept album, il racconto di un giorno come un altro in due tempi scanditi attraverso una serie di quadri estremamente suggestivi. Disco coraggioso e sicuramente sorprendente.


6 – Queen – Platinum – Il Box del gruppo di Freddie Mercury è il più venduto della discografia dei Queen riportata in classifica dall’onda emotiva generata dalla riuscita pellicola dedicata al cantante.


5 – Mina/Fossati – Mina Fossati – Fortunatamente il pubblico sa riconoscere e premiare i dischi di qualità, come nel caso di quest’opera di altissima classe, nata dall’imprevedibile, ma riuscitissimo incontro tra due grandi protagonisti della musica italiana.


4 – Tiziano Ferro – Accetto miracoli – Il cantautore di Latina conferma un successo che dura ormai da anni, grazie ad una produzione riconoscibile e personale.


3 – Bruce Springsteen – Western Stars – Sommando alle copie dell’album in studio quelle della colonna sonora già segnalate, si sarebbe piazzato in prima posizione. Il discusso, ma bellissimo album senza Band, è stato giustamente apprezzato da un pubblico molto vario, al di là dello “zoccolo duro” dei fans.


2 – Ultimo – Colpa delle favole – Il “vincitore morale” del Festival di Sanremo può abbondantemente consolarsi alla luce del riscontro di vendite del suo album. Per la cronaca il vincitore “ufficiale” Mahmood non compare nelle prime 100 posizioni…


1 – Ligabue – Start – Il rocker della Bassa conquista la prima posizione dei dischi più venduti nell’anno con un album in linea con il suo stile classico.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!