Capuano: “I fischi? Liberi di farlo, la Curva ci aiutato quest’oggi”

2' di lettura

Eziolino Capuano pareggia la prima gara 2-2 contro il Bari allenato da mister Vivarini. Una gara scoppiettante che ha visto l’Avellino calcio giocare bene e meritare il pareggio. C’è molto lavoro da fare per il nuovo tecnico irpino in vista della gara contro la Ternana.

In sala stampa il tecnico irpino commenta così la gara: “La mia squadra ha giocato bene. Mi hanno impressionato. Abbiamo perso 3 centrali per problemi muscolari e abbiamo reinventato una difesa. Con le tre sostituzioni abbiamo ripreso la gara e abbiamo cercato di vincerla. Oggi tanto meriti ai ragazzi in campo. Non è facile preparare una gara in questo modo ed in poco tempo. Ho cercato di dar profondità a Charpentier e ci siamo riusciti. Le assenze durante la gara non è facile reagire. Ho lasciato la difesa a tre mettendo Palmisano dietro come braccetto di sinistra. I miei giocatori erano tranquilli e abbiamo segnato su schema con Illanes. Abbiamo avuti molti giovani in campo questo pomeriggio. Se avessimo vinto sarebbe stato il risultato più giusto. Morero ha chiesto di restare in campo e forse non avremmo preso goal, sul secondo goal c’è molto da lavorare in settimana.”

Sui cori ad inizio gara: “Io dico che la libertà di pensiero c’è e deve esserci. Ringrazio la Curva per la spinta che ci hanno dato. Sentivo la terra tremare sotto i piedi. Gli applausi a fine gara della tribuna spiegano tutti e ringrazio tutti, dagli applausi ai fischi. Quello che conta nel calcio è il terreno di gioco e come si interpreta una gara. Io oggi non ho visto nessun giocatore dell’Avellino non lottare. Tutti hanno dato il massimo ed è motivo di orgoglio. Sono convito che questo risultato è fondamentale per la nostra autostima. Oggi le cose sono cambiate anche in svantaggio, rispetto a quanto accadeva prima. Per me non esistono polemiche. Domani sarò qui a lavorare a video e allenerò la squadra. Ho questa bicicletta ed ora pedalo come ho sempre desiderato. I complimenti vanno ai giocatori.Il direttore generale del Bari si è complimentato con noi.”

Crescita organico: “È normale che ora abbiamo un po di giocatori fuori. Dobbiamo lavorare per recuperarli e non saremo la vittima sacrificale di nessuno. Affronteremo tutte le gare con lo stesso entusiasmo di sempre. Domani dobbiamo scaricare l’affaticamento accumulato oggi, mercoledì si scende in campo contro la Ternana. Io non ho mai messo le mani avanti, ho detto che giocavamo contro una squadra forte. Non cercate i titoloni.”

Feeling con il gruppo: “Io ho cercato di trasmettere le mie emozioni alla squadra. Ho cercato di trasmettere le mie sensazioni cercando di isolare la squadra da altre vicende. Sembrava che io e questi ragazzi ci conoscevamo da mesi in questi giorni. Penso che molti di voi non si aspettavano questo risultato.”

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!