Avellino, cellulari fatti entrare in carcere durante i colloqui

Spaccio di droga ad Avellino: iniziano gli interrogatori
1' di lettura

Due cellulari trovati nel carcere di Bellizzi Irpino di Avellino, fatti entrare durante i colloqui fra dei carcerati e alcuni parenti. La scoperta è stata fatta dagli agenti della polizia penitenziaria. Un episodio che riaccende l’attenzione sulla questione sicurezza all’interno delle carceri e sulla carenza di personale che gli agenti penitenziari sono costretti a fronteggiare.

L’appello dei sindacati e i sequestri in carcere

Scrive in una nota il dirigente nazionale dell’Osapp
(Organizzazione Sindacale Autonoma di Polizia Penitenziaria), Maurizio Russo: “Si deve intervenire con urgenza e rigidità per contrastare al meglio la corrispondenza tra interno ed esterno di carcere”.

Apparecchi sempre più piccoli e difficili da individuare. Come i micro-telefonini con relative sim e caricabatterie trovati mesi fa sempre nel penitenziario di Bellizzi Irpino. Purtroppo la questione sicurezza nel carcere di Avellino è sempre attualissima. Come rivelato dai numerosi sequestri di cellulari e droga che nei mesi sono stati effettuati dagli agenti penitenziari e che spinto la Procura avellinese ad aprire più di un’indagine per accertare quali contatti con l’esterno abbiano avuto dei detenuti scoperti con i cellulari in cella.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie