Tra demoni e altri universi: Cervello racconta “Il tuo posto nel mondo”

4' di lettura

Abbiamo già parlato del rapper, screamer e compositore Antonio Preziosi, in arte Il Cervello. Ebbene, dal 9 settembre 2019 è uscito su YouTubeIl tuo posto nel mondo”, il secondo videoclip del cantante estratto dall’album d’esordio “Spirale”.

“Il tuo posto nel mondo” è il ritorno dell’artista con un alter-ego nuovo e inaspettato, che si distacca dallo scheletro del primo videoclip di “Io sono fatto di cera”, pubblicato a gennaio 2019 per sperimentare un nuovo universo narrativo. Ecco le parole del rapper/screamer riguardo l’uscita del suo nuovo videoclip.

Il videoclip de “Il tuo posto nel mondo” e il suo significato

“Il videoclip di “Io sono fatto di cera” ha segnato l’inizio di qualcosa di molto importante. Un nuovo cambiamento -racconta Il Cervello – non solo nella fase di scrittura delle nuove canzoni ma anche dal punto di vista estetico.

Nel precedente video, grazie all’escamotage del sogno lucido, sono entrato all’interno di un otherworld. Un mondo parallelo. Una città fantasma dove ho avuto modo d’incontrare e affrontare i mostri della mia psiche e uscirne vincente, ma cambiato.

Alla fine del video mi risveglio da questo inferno interiore. Tuttavia l’interpretazione è molto sottile: e se non mi fossi svegliato? Se fossi all’interno di un altro strato del sogno? O se fossi uscito dal sogno e tornato diverso? Ed è così che nasce Daimon, il mio alter- ego”.

Il video racconta -mediante uno stile tra cinema horror, fantasy e fumetto– il secondo strato del sogno partito da Io sono fatto di cera, dove l’artista riemerge dalle profondità del suo essere sotto forma di demone androgino che rappresenta la volontà .

Il videoclip de “Il tuo posto nel mondo”

Nel primo video il protagonista era uno scheletro uguale a tanti altri che lo perseguitavano, atto a simboleggiare che -prima di trasformarsi e prendere coscienza di ciò che poteva diventare-era ancora a metà tra l’essere come loro e l’essere differente da loro. “Loro”, The Others, sono tutte quelle persone che nella avrebbero voluto vederlo affondare. Non a caso, la spirale sulla fronte de Il Cervello rappresenta il risveglio di coscienza.

“Nella nostra società – dice Antonio – la volontà manca più di qualsiasi altra cosa. Spesso accade che le persone, in particolare dopo tante delusioni, si lascino andare anziché combattere lottare per le proprie idee. La macchina da scrivere nel video è esattamente quel portale che permette al protagonista di plasmare la propria realtà. Scrivendo così una nuova storia della sua vita da portare nella quotidianità una volta sveglio. Ma non prima di aver fatto i conti con le creature di questo nuovo otherworld.

Un altro portale verso l’autorealizzazione è la creatura femminile presente in quell’universo. I due personaggi sembrano già conoscersi, è la donna che ama anche nella realtà, che lo aiuta a uscire da quel mondo. Dunque, la chiave, insieme alla volontà, è l’amore.

Adoro l’idea di poter interpretare un altro personaggio sul palco, non per forza Antonio, mi sento molto meglio nei panni di un altro individuo. Libero come questo demone androgino. Sul palco amo suonare truccato e creare un teatro, in cui io e la band creiamo qualcosa di unico e differente. E non è detto che Daimon sarà per sempre il mio unico alter-ego. Arriverà qualcos’altro di nuovo. Ci metto la mano sul fuoco”, afferma il cantante.

I dettagli del videoclip

Per la regia del video, Il Cervello ha voluto al suo fianco il team di lavoro che ha creato nel precedente video. Inoltre, riconsolida la collaborazione con Michael Giannantiempo, il regista di “Io sono fatto di cera”. Mentre, il soggetto e la sceneggiatura del video è a cura del cantante stesso.

Nel video, vediamo l’artista cantare con degli occhi a bottone, omaggio al film Coraline tratto dal romanzo di Neil Gaiman. In questo caso, gli occhi sono il simbolo della possibilità di vedere il mondo con nuovi occhi, quelli interiori.

Insomma, con Il tuo posto nel mondo, Il Cervello torna a raccontare storie in uno stile stravagante, unico e coinvolgente. Il beat è stato prodotto dal beatmaker Deville e i synth nelle strofe sono stati
composti da Il Cervello. In più, ad Agosto 2019 è uscito il nuovo singolo de Il Cervello intitolato Helter Skelter, prodotto dal producer e collega Kyllne. Le chitarre invece sono a cura di Luciano Rella.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!