Avellino, chiede grazia al presidente della Repubblica sbagliato

Avellino, chiede grazia al presidente della Repubblica sbagliato
1' di lettura

Ha chiesto la grazia al Presidente della Repubblica, solo che si è sbagliato di vent’anni. La sua lettera, carica di commozione, in cui venivano ripercorsi i giorni lunghissimi dietro le sbarre, iniziava con un “Caro presidente, Oscar Luigi Scalfaro”. Protagonista della curiosa missiva è un detenuto del carcere di Bellizzi Irpino di Avellino. L’uomo – già da diverso tempo nel penitenziario per scontare una pena superiore ai tre anni – fra dieci mesi dovrebbe tornare in libertà. Ma – ormai – non ce la fa più e così ha provato ad appellarsi alla clemenza della massima carica dello Stato Italiano.

L’articolo 87 della Costituzione prevede, tra i poteri del presidente della Repubblica, proprio quello di «concedere grazia e commutare le pene». Ma la lettera era indirizzata al presidente Oscar Luigi Scalfaro, deceduto nel 2012, e il cui ultimo mandato risale a fine anni ’90.

Il mistero di quell’errore è stato chiarito al suo avvocato che non è riuscito a impedire l’invio della lettera agli uffici del Presidente della Repubblica: “Mi ricordavo della foto del presidente quando andavo a scuola. Era Scalfaro”.

Chissà se il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, aprirà il plico e magari, divertito dall’errore, un pensierino a quella grazia ce la farà pure.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie