Avellino, un ottobre di concerti con il Coservatorio Cimarosa

5' di lettura

I concerti di ottobre chiudono l’anno accademico del Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino.

Venticinque gli appuntamenti in programma (tutti ad ingresso gratuito), suddivisi in cinque rassegne. Si va dalla Classica in jeans alle Contaminazioni Jazz, da Il Cimarosa Suona Bene a La Storiografia Musicale fino a La Cimarosa Young Sinfonietta. Tantissimi i protagonisti che si alterneranno sul palcoscenico dell’Audotirum «Vitale» di piazza Castello, oltre ad un concerto in programma al Duomo e agli appuntamenti itineranti negli Istituti scolastici di Avellino e provincia della Cimarosa Young Sinfonietta.

Si parte mercoledì 2 ottobre, alle 19:00, con “Un arrivederci in musica”. Nell’ambito della rassegna “Classica in jeans”, concerto di saluto degli allievi della classe di chitarra del M° Michele Greci. In scena musiche di Bach, Moreno Torroba, Villa Lobos, Giuliani, Piazzolla, Barrios Mangorè, Brower, Dowland, Sor e Crespo; solisti: Fabio Lombardo, Antonio Andreozzi, Rossella D’Amore, Erica Liguori, Antonio Palumbo, Bernardo Zambrano, Paolo Pergola, Giusy Zarrella, Davide Magliano, Giulia Pagano e Francesco Pellegrini.

Per “Classica in jeans” Vol. III, la rassegna dedicata alla grande classica portata in scena con la verve e l’energia dei giovani allievi musicisti e coristi del «Cimarosa», previsti altri sei appuntamenti nel mese di ottobre: giovedì 3 (ore 19:00) “88 tasti… Più 88 tasti – Il Solista, il Duo a Quattro mani e i Due Pianoforti”; da martedì 8 a giovedì 10 (ore 19:00) in scena “Duetti, terzetti, quartetti… e non solo – Le voci accompagnate dal Pianoforte”, “Gli strumenti a percussione – I Compositori Mondiali per i Solisti alla Marimba” e “La percussione e l’organo digitale – I Compositori del ‘900 e l’ensemble”. Sabato 12 e mercoledì 23 (ore19:00) ultimi due appuntamenti con “Il flauto traverso, la sua famiglia… e le percussioni – L’importanza e la bellezza dell’essere un insieme” e “Il mandolino – Uno strumento non soltanto napoletano”.

Il grande Jazz torna in scena sul palco dell’Auditorium del Cimarosa con il doppio appuntamento di venerdì 4 e sabato 5 ottobre (ore 20:30). L’ottava edizione della mini-rassegna «Contaminazioni Jazz» accompagnerà la platea in “Un viaggio tra i grandi autori della musica afro-americana”. Sul palco Maria Pia De Vito, una delle più raffinate ed emozionanti vocalist contemporanee, che con la sua versatilità e sensibilità è in grado di attraversare tutti gli stili musicali, tenendoli insieme con una creatività vocale e linguistica che solo lei è capace di offrire. L’artista di fama internazionale e docente del Conservatorio, sarà accompagnata da: Aldo Farias, chitarrista che vanta collaborazioni con Steve Grossman, Stefano Bollani, Fabrizio Bosso; Mario Nappi, tra i migliori pianisti italiani della scena contemporanea; Tommaso Scannapieco, contrabbassista, figura di riferimento nel variegato mondo del jazz italiano; Andrea Avena, contrabbassista, che vanta collaborazione, tra gli altri, con Lester Bowie, Kirk Lightsey, Manhu Roche, oltre ad aver collaborato in ambito cinematografico e teatrale con due “mostri sacri” come Nicola Piovani ed Ennio Morricone collaborato; oltre a Enzo Zirilli (batteria) e Pierpaolo Pozzi (batteria).

Lunedì 7 ottobre, con inizio alle ore 20:30, il palcoscenico dell’Auditorium «Vitale» di piazza Castello, ospiterà la quarta edizione della rassegna “Il Cimarosa suona bene”. Otto gli appuntamenti della rassegna concertistica organizzata dal Conservatorio. Si parte con “PlayBach”, concerto su musiche di Johann Sebastian Bach rielaborate da Giuseppe Di Capua e Mario Nappi. Venerdì 11 ottobre (ore 19:00) “Mozart… insieme al pianoforte”, concerto per pianoforte a quattro mani con i Maestri Antonello Cannavale e Angelo Gala. E ancora, lunedì 14 ottobre (ore 19:00) “1880 – 1920, far musica in un periodo complesso”; venerdì 18 ottobre (ore20:30) “Concerto per Raffaela”, l’Orchestra dei Conservatorio Cimarosa, accompagnata al pianoforte dal M° Massimo Severino e diretta dal M° Massimo Testa, eseguirà musiche di Schumann e Fauré; sabato 19 ottobre (ore 19:00) “Virtuosismi a confronto”; lunedì 21 ottobre (ore 20:30) “Terra mia – Un viaggio nella canzone napoletana”, dalle Villanelle a Pino Daniele, con la partecipazione di Susanna Canessa (voce e chitarra); martedì 22 ottobre (ore 19:00) “Un’orchestra… a 4 mani”. Si chiude giovedì 31 ottobre (ore 20:30) con “Scarpetta in musical”, con l’adattamento di Giuseppe Sollazzo de “Il medico dei pazzi” di Eduardo Scarpetta, su musiche originali di Pericle Odierna e il coordinamento di Maurizio Maggiore. In scena gli allievi della classe di Arte Scenica Deborah, per la regia di Giuseppe Sollazzo.

I concerti si sposteranno poi al Duomo di Avellino in occasione della rassegna “La storiografia musicale”. Giovedì 24 ottobre, con inizio alle ore 19:30, l’Orchestra del Conservatorio di Musica “Domenico Cimarosa”, diretta dal M° Giuseppe Camerlingo, si esibirà in un’esecuzione musicale a “La riscoperta della musica antica italiana”.

Dal 4 ottobre, inoltre, parte nuovamente il viaggio della «Cimarosa Young Sinfonietta». Un tour negli Istituti scolastici di Avellino e provincia, che si rivolge ai ragazzi dai 12 ai 18 anni che hanno intenzione di mettere alla prova le proprie attitudini in un contesto orchestrale sinfonico.

Il Laboratorio di avviamento alla pratica orchestrale, al suo quarto anno, promosso dal Conservatorio con il coordinamento generale e la direzione musicale dal Maestro Massimo Testa farà tappa: venerdì 4 ottobre (ore 10.30) all’Istituto Comprensivo Statale “S. TommasoF. Tedesco” di Avellino e alle ore 20.00 al Comune Di Montoro. Sabato 5 ottobre (ore 10.30) all’I.C.S. Aurigemma di Monteforte Irpino; venerdì 11 ottobre (ore 10.30) all’I.C. Perna-Alighieri di Avellino, mentre alle ore 18.00 presso la Scuola Secondaria di I° Solimena di Avellino. Doppio appuntamento anche sabato 12 ottobre: alle ore 10.30 presso la Scuola Media Statale E. Cocchia di Avellino e alle ore 19.30 all’I.C.S. De Amicis – Masi di Atripalda.

«L’anno accademico si chiude con un cartellone ricco di appuntamenti – dichiarano il presidente Luca Cipriano e il direttore Carmelo Columbro -. Ci sarà quasi un concerto al giorno dove viene dato spazio alla cultura e alla qualità,non solo valorizzando i giovani talenti e le grandi professionalità del nostro Conservatorio, ma anche con la presenza di artisti di fama nazionale ed internazionale, da Maria Pia De Vito a Scannapieco, da Farias a Di Capua fino a Susanna Canessa. Oltre a degli appuntamenti unici nel loro genere, come “Terra mia”, un viaggio nella canzone napoletana, con il Coro degli Allievi Cimarosa Folk, e “Scarpetta in Musical”, uno spettacolo in costume, con un allestimento d’eccellenza e la partecipazione degli allievi della classe di Arte Scenica Deborah, con musiche originali e direzione del M° Pericle Odierna. Un cartellone suddiviso in cinque rassegne, con venticinque concerti, di cui uno al Duomo di Avellino con l’Orchestra del Conservatorio di Musica del Conservatorio “Domenico Cimarosa” e il tour negli Istituti scolastici del laboratorio di avviamento alla pratica orchestrale».

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!