Avellino, dischi più ascoltati: Vasco non stop

Torna l'appuntamento settimanale con la classifica musicale di Camarillo Brillo a cura di Michele Acampora e Silvia Limongiello. Ecco i dieci dischi più ascoltati dagli avellinesi questa settimana.

8' di lettura

Torna l’appuntamento settimanale con la classifica musicale di Camarillo Brillo a cura di Michele Acampora e Silvia Limongiello. Ecco i dieci dischi più ascoltati dagli avellinesi questa settimana.

10 – The Doors – Live at the Isle of Wight Festival 1970 – In un doppio Lp 180 grammi pubblicato per il “mini” Record Store Day del Black Friday la performance di Jim Morrison e soci nel leggendario concerto del 30 agosto 1970 all’interno del Festival che nacque quasi come risposta britannica a Woodstock. In scaletta nel primo disco “Back door man”, “Break on through”, “Ship of fools”, “Roadhouse Blues”, “When the music’s is over”. Sul secondo “Light my fire” e “The End” che occupano ognuna un’intera facciata vista la considerevole durata delle esecuzioni.

Video.

9 – Coldplay – Everyday life – Se l’intenzione del gruppo era quella di destabilizzare il pubblico, bisogna dire che sono riusciti pienamente nell’intento. La loro “vita d’ogni giorno” è davvero varia ed imprevedibile, a partire dall’alba (“Sunrise”), annunciata da un’orchestra classica che ci introduce in un percorso che tocca vette di struggente, ma sereno misticismo nel Gospel di “Broken”, dopo aver attraversato le strade di dolore di “Trouble in town”. Alle tappe successive si alterneranno ballate acustiche in stile Coldplay, recitati in spagnolo ed arabo, un terzinato scandito da un piano elettrico in precario equilibrio tra doo-wop anni ’50 e dadaismo zappiano. Su tutto “Arabesque”, funky-jazz che si evolve in uno spericolato assolo di sax al limite del free. Raccomandiamo vivamente ai fans ortodossi e ai poveri di curiosità di astenersi dall’ascolto, che consigliamo vivamente invece a chi non disdegna l’avventura da vivere su 4 facciate di vinile o una di CD.

Video.

8 – Artisti Vari – Note di viaggio – Si tratta del primo capitolo della raccolta di canzoni di FRANCESCO GUCCINI prodotte e arrangiate da Mauro Pagani e interpretate da diverse voci della scena italiana, in questa occasione Manuel Agnelli, Malika Ayane, Samuele Bersani, Brunori Sas, Luca Carboni, Carmen Consoli, Elisa, Francesco Gabbani, Ligabue, Giuliano Sangiorgi, Margherita Vicario e Nina Zilli. Il disco si apre con l’inedita “Natale a Pavana”, interpretata dall’autore con una voce commovente che non nasconde l’età, Perfettamente a suo agio il leader degli Afterhours con l’immortale “Avvelenata”; in saldo equilibrio Ligabue con “Incontro” che compariva nella colonna sonora di “Radiofreccia”, stranamente meno convincenti Bersani e Carboni in “Canzone delle osterie di fuori porta”, che perde di suggestione a causa di un arrangiamento troppo statico. Note di Viaggio, interamente realizzato nello storico studio Officine Meccaniche di Milano, è un progetto che si completerà nel 2020. Pubblicato in: Edizione standard CD in digipack / Edizione 2 LP in vinile da 180 grammi / Edizione CD Deluxe limited edition numerata in box con poster e 13 cartoline con foto degli artisti e testi delle canzoni.

Video.

7 – Lucio Dalla – Lucio Dalla – L’ultima Luna, Stella di mare, la Signora, Milano, Anna e Marco, Tango, Cosa sarà, Notte, L’anno che verrà. Questa è l’incredibile sequenza dei brani contenuti nell’album che 40 anni or sono consacrò definitivamente Dalla nell’Olimpo della canzone italiana. La ristampa in vinile bianco (1000 copie numerate a mano) include:una stampa di una delle 10 diverse illustrazioni di Alessandro Baronciani su carta speciale 30*30 numerata a mano,l’LP rimasterizzato a 192kHz/24bit, il Cd rimasterizzato con 3 Bonus Tracks (Angeli, la versione inglese di Stella di Mare e Ma come fanno i marinai cantata a 2 voci con De Gregori) ed un libretto di 12 pagine.

Video.

6 – Bruce Springsteen – 45 giri Western Stars/The wayfarer – Ancora dal RSD del 29 novembre il singolo con 2 brani tratti dal magnifico album del Boss registrato senza la band storica e pubblicato nel giugno scorso.

Video.

5 – Mina Fossati – Mina Fossati – La voce della Signora della Musica Italiana al servizio di composizioni inedite di Ivano Fossati, interpretate a “quattro ugole” con lo stesso autore, che nell’occasione fa un passo indietro rispetto al ritiro annunciato nel 2012. Arrangiamenti garbati, suoni riconducibili maggiormente at dischi di Fossati che agli ultimi di Mina, canzoni belle e ben interpretate fanno di questo disco un prodotto di classe notevole, decisamente al di sopra della media della produzione italiana. La voce della Mazzini è a tratti appena velata, ma riteniamo di poterla “perdonare …”

Video.

4 – Biagio Antonacci – Chiaramente visibili dallo spazio – Prodotto da Taketo Gohara, Placido Salamone e dallo stesso Antonacci, l’album vede la partecipazione di musicisti importanti come il percussionista brasiliano Mauro Refosco (David Byrne, Red Hot Chili Peppers), il bassista Spencer Zahn (Charlie Haden, Kimbra), oltre a quella dell’orchestra EdoDea Ensemble.

Video.

3 – Tiziano Ferro – Accetto miracoli – Prodotto da Timbaland e anticipato da due singoli, Buona (Cattiva) Sorte e Accetto Miracoli,è un album che l’artista ha definito fin da subito come “fresco, onesto, energico, figlio dell’esigenza di consegnarmi ad esperienze nuove”. L’album contiene 12 canzoni che si muovono agilmente entro sonorità e generi differenti, riconducibili tuttavia tutte al suo stile. Unica collaborazione nel disco è il duetto con Jovanotti in Balla Per Me.

Video.

2 – U2 – 12” Three – Scende al secondo posto il Maxisingle degli U2 pubblicato in occasione del “mini” Record Store Day di fine novembre. Registrato originariamente in Irlanda nel settembre del ‘79 presso i Windmill Lane Studios di Dublino, the Three EP è il primo 12” del gruppo di Bono Vox da sempre ricercatissimo dai tanti fans del gruppo, Contiene i brani “Out of control”, “Stories for boys” e “Boy/Girl”.

Video.

1 – Vasco Rossi – Vasco Non Stop Live – La testimonianza dei concerti a San Siro del giugno scorso si presenta in tre formati a tiratura limitata caratterizzati dalla presenza di un piccolo pulsante triangolare che aziona una luce posta dietro il titolo del disco. L’edizione “base” contiene 2 CD, 2 DVD, 1 Bluray ed un piccolo Fotobook in formato CD; quella in vinile, stampata in 3000 copie, contiene 4 LP ed il 45 giri “Se ti potessi dire/La verità”; nel Box Superdeluxe, anch’esso a tiratura limitata, al contenuto dello standard si aggiungono Il DVD e Bluray del film Vasco nonstop Live 018+019 che racconta due anni di Tour, il 45 giri ed un Fotobook di 200 pagine con immagini scattate durante i concerti degli ultimi due anni da Castellaneta (2018) a Cagliari (2019).

Video.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!