Avellino, i dischi preferiti: il boss continua a correre seguendo le stelle dell’Ovest

Ritorna l'appuntamento settimanale con la classifica musicale di Camarillo Brillo. I dieci dischi più ascoltati, in settimana, dagli avellinesi.

4' di lettura

Ritorna l’appuntamento settimanale con la classifica musicale di Camarillo Brillo. I dieci dischi più ascoltati, in settimana, dagli avellinesi. A cura di Michele Acampora e Silvia Limongiello.

10 – Niccolo Fabi – Tradizione e tradimento. L’album, il nono disco in studio del cantautore romano, uscito in Cd e vinile, raccoglie nove canzoni che sposano una parte letteraria di spessore a sonorità molto eleganti, a tratti con un sound che esplora nuovi territori musicali. Questa la tracklist: “Scotta”, “A prescindere da me”, “Amori con le ali”, “Io sono l’altro”, “I giorni dello smarrimento”, “Nel blu”, “Prima della tempesta”, “Migrazioni” e “Tradizione e tradimento”.

Video.

9 – Beatles – Abbey Road. Come 50 anni fa, ad ottobre resta in classifica quello che sarebbe stato in realtà l’ultimo disco inciso insieme dai Beatles. Le strisce pedonali più fotografate e calpestate della storia ricompaiono su sei diverse copertine, quelle delle edizioni speciali emesse per l’anniversario: LP nero rimasterizzato, LP Picture, LP triplo con inediti e tracce rare, CD singolo rimasterizzato, CD doppio con rarità e Maxi Box. Tra provini vari ed alternate takes brillano la versione strumentale di “Because”, che tradisce l’ispirazione classica del brano (“Il chiaro di Luna” di Beethoven eseguito al contrario) e la registrazione casalinga di “Goodbye”, gradevolissima canzoncina che Paul scrisse per la “protetta” Mary Hopkin e che in Italia fu addirittura ripresa dai Ribelli di Demetrio Stratos.

Video.

8 – Fabri Fibra – “Il tempo vola 2002-2020”. I suoi più grandi successi e diversi inediti. Pubblicato in TRIPLO CD DIGIPACK / SUPER DELUXE BOX con Triplo Digipack, Maglia, Squallor Live, VHS e cassetta con outtakes / SINGLES BOX con 19 cd singoli imbustati singolarmente. / VINILE OUTTAKES, un LP con 5 outtakes mai pubblicate.

Video.

7 – Freddie Mercury – Never boring. Sull’onda emotiva del successo (meritatissimo per la sua delicatezza) del film “Bohemian Rhapsody” viene pubblicata un’antologia di interpretazioni da solista di Freddie Mercury. 12 brani da “Barcelona” alla cover di “The great pretender” dei Platters. Unico inedito “Time waits for no one”, da non confondere con l’omonimo brano degli Stones.

Video.

6 – Van Morrison – “Three chords and the truth”. Scrive, produce e canta con la bellissima voce di sempre. Van Morrison non è di quelli che affidano con nonchalance ad altri la propria creatura. Unica eccezione “If We Wait For Mountains” scritto insieme a Don Black. Considerando il personaggio, una sorta di benedizione.

Video.

5 – Gigi D’Alessio – Noi due – Un disco alla Gigi D’Alessio con qualche novità. Come i duetti con Luché, Giusy Ferreri.

Video.

4 – Franco Battiato – “Torneremo ancora” – Quattordici perle tratte dal suo repertorio più un brano inedito che dà il titolo all’album registrati nel 2017 con la Royal Philarmonic Concert Orchestra, diretta dal Maestro Carlo Guaitoli.

Video.

3 – Emma – Fortuna – La cantante festeggia i suoi dieci anni di carriera con un nuovo disco di inediti: ci sono tutte le sfaccettature. Tra gli autori, oltre a Vasco e Curreri (“Io sono bella”), anche Elisa, Franco126, Giulia Ananìa, Daniele Magro e Giovanni Caccamo.

Video

2 – Allah La’s – “Lahs”. Se non fosse uscito Springsteen avrebbero occupato la vetta della classifica! Un pezzo in spagnolo, uno in portoghese, un’eco di “Spooky ” dei Classic IV in una versione dii DustySpringfieldiana memoria, l’abituale strumentale a metà disco, la delizia di sempre. Matt Correia, Spencer Dunham, Miles Michaud e Pedrum Siadatian sono quattro ragazzi californiani allevati a latte e rock anni ’60: folk-rock à la Byrds o Buffalo Springfield, psichedelia soffice ispirata a Chocolate Watchband o Sagittarius, una punta di armonie vocali tra Hollies e Beatles Mersey Beat sono la felice mistura magica alla quale attingono anche alla quarta prova probabilmente con maggiore maturità e sicurezza

Video

1 – Bruce Springsteen – Western Stars/Songs from the film. Springsteen ritorna in testa alla classifica con la colonna sonora del film ispirato al suo ultimo splendido album. Questa volta le canzoni sono state registrate dal vivo con l’apporto di un’orchestra e di vari fidi collaboratori che a tratti arricchiscono i brani, soprattutto nelle parti di pianoforte. A chiudere il disco la cover di “Rhinestone Cowboy” di Glenn Campbell, artista al quale Bruce si è ispirato non poco nella composizione del suo ultimo lavoro.

Video –

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!