Irpinia, droga dai Balcani: la mappa dello spaccio e come agiva l’associazione

Droga fra Albania e Irpinia. Per lo più ma marijuana, ma anche cocaina. Sedici indagati, ecco come agiva l'associazione.



2' di lettura

Droga fra Albania e Irpinia. Per lo più ma marijuana, ma anche cocaina. Parte dello stupefacente era destinato al Nuovo Clan Partenio. E’ scritto nella chiusura delle indagini a carico di sedici persone, firmata dal Pm dell’Antimafia di Napoli Liliana Esposito. Alcuni indagati sono accusati di aver costituito un’associazione a delinquere finalizzata proprio al traffico di stupefacenti. C’erano i corrieri che si muovevano fra l’Albania, la Puglia, l’Irpinia. E i venditori al dettaglio.

I promotori

Per gli inquirenti i promotori del gruppo criminale erano Ernesto Nigro e Ermal Luku. Entrambi ben radicati in Alta Irpinia. Luku, originario dell’Albania, ha vissuto per diversi mesi a Montella. Nigro è stato arrestato nell’inchiesta sul Nuovo Clan Partenio. Negli atti di quell’indagine è indicato come capo-zona fra Bagnoli e Montella. Territorio sul quale il clan aveva messo gli occhi. Come dimostrano alcuni attentati – a scopo intimidatorio – avvenuti ai danni di ditte della zona. E ripercorsi nell’inchiesta che ha portato a 23 arresti.

Sequestro di coca e marijuana

L’Alta Irpinia è l’area da cui partire per capire anche l’indagine sugli stupefacenti. Un grosso sequestro di droga risale a ottobre del 2016. A Bagnoli Irpino i carabinieri arrestano un 27enne albanese ritenuto complice di Luku. Lui, intanto, fugge in Albania. In un’abitazione viene trovato un trolley con quasi undici chili di marijuana. Una valigia piena di droga. Abbandonata sul letto dell’abitazione. Altro stupefacente è nascosto nello sciacquone del bagno. Oltre novecento grammi di cocaina. Il valore del sequestro oscilla fra i 700mila e i 900mila euro.

La mappa dello spaccio

La mappa dello spaccio coinvolge oltre ad Avellino, anche Bagnoli e Cassano Irpino, Chiusano San Domenico e Olivano sul Tusciano. Dopo che Luku Ermal si era allontanato in Albania, è stato il fratello Klodian a riscuotere i soldi per vecchie cessioni di stupefacenti. La droga a volte arrivava proprio attraverso la rotta albanese, altre da Cerignola nella zona di Foggia. E qualche volta si è andati a prendere la marijuana a Bari. L’associazione contava sui buoni contatti anche lì.

Negli atti si fa riferimento a diverse partite di droga acquistate fra maggio 2016 a febbraio 2017. Gli inquirenti scrivono come si tratti – verosimilmente – di cocaina e marijuana per un valore fra i 100mila euro e i 150mila euro. Carichi importanti destinati a un altro indagato nell’inchiesta sul Nuovo Clan Partenio.

Le indagini

L’attività di spaccio è stata ricostruita dai carabinieri del nucleo investigativo di Avellino, al comando del capitano Quintino Russo. I militari hanno intercettato gli indagati e ricostruito episodi che vanno dal 2014 al 2017. Nei prossimi venti giorni le persone sotto inchiesta potranno chiedere di essere ascoltate o scegliere di presentare memorie difensive.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Entra nel nostro gruppo WhatsApp e ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus e agevolazioni. Per entrare clicca qui.

Come funziona il gruppo?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie

Ricevi le news più importanti della giornata.

Guide e altri contenuti esclusivi su Google , Facebook e Instagram.