Avellino, esplode il caso Cimarosa: studenti scrivono al Prefetto

2' di lettura

Aule assegnate con criteri inadeguati, lentezza della segreteria didattica, un’organizzazione che pregiudica il conseguimento degli esami: è un vero caso quello che travolge il Conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino. Fiore all’occhiello campano, invidiato in tutta Italia, che però sembra non funzionare così bene o, almeno, non per tutti gli studenti. E’ questo quanto emerge da una petizione che ha raccolto oltre cento firme, sottoscritta dagli studenti del Dipartimento di “Nuove tecnologie e linguaggi musicali”.

Nel documento, depositato anche in Prefettura, e inviato al presidente del consiglio di amministrazione, Luca Cipriano, e al direttore, Carmelo Columbro, nonché al Ministero della Pubblica Amministrazione, si fa riferimento a numerose inadempienze.

Una ventina di corsi che non sarebbero stati attivati come previsto dal programma (fra i quali Teoria della musica, Letteratura cantata, intonazione ritmica, Ritmica della musica contemporanea, Lingua straniera e comunitaria), e l’inadeguatezza nella prenotazione e assegnazione delle aule (si cita il caso di aule attrezzate per cinque allievi in cui si terrebbero corsi con venti persone). Nel “mirino” degli studenti anche l’assenza di un coordinatore del dipartimento di nuove tecnologie e linguaggi musicali.

Carenze che tratteggiano una gestione ritenuta inadeguata dagli studenti. I ragazzi annunciano azione più clamorose, a partire dalle vie legali, se il loro appello restasse inascoltato.

“Poiché questa situazione – concludono – è incompatibile con l’effettiva durata dell’anno accademico… Priva lo studente della possibilità di studiare costantemente per dodici mesi effettivi, nonostante il regolare versamento dei contributi”.

AGGIORNAMENTO

(Questa parte dell’articolo è stata aggiunta successivamente alla prima stesura per dare spazio alla risposta di una delle persone a cui si fa riferimento nel testo, proprio Luca Cipriano)

Cipriano risponde al nostro articolo e spiega come, pur non essendo le questioni sollevate di competenza del ruolo che svolge nell’organigramma del Conservatorio, si impegna a sollecitare domani il direttore del Cimarosa per arrivare a una soluzione il prima possibile. (QUI LA RISPOSTA COMPLETA)

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!