Avellino, esplosione fabbrica. Vigili: lì dentro si lavorava plastica

1' di lettura

La zona industriale di Avellino è bruciata e brucia ancora ora. Anche se le fiamme sono quasi del tutto domate le preoccupazioni dei cittadini non terminano. Dalle 13 e 30 di oggi più di cento uomini dei Vigili del fuoco sono stati al lavoro per sedare l’incendio che si è sprigionato nello stabilimento Ics di Pianodardine. Il comandante dei caschi rossi, Luca Ponticelli ha fatto il punto sugli interventi di oggi.

È assolutamente farsi un’idea delle cause dell’incendio. Anche perché ora stiamo ancora lavorando per spegnere le fiamme. Poi avremo la possibilità di capire cosa è accaduto. Da ciò che sappiamo l’industria in questione lavorava plastica e legname per i pallet”, conclude Ponticelli.

Varie le testimonianze dei cittadini che sono fuggiti dal capoluogo irpino appena notata la nube nera. L’incendio di oggi è arrivato anche sui canali nazionali televisivi. Sia al Tg1 che a “La vita in diretta“.

L’incendio è sotto controllo. Tra domani e dopodomani dovrebbero arrivare i primi rilievi ufficiali dell’aria avellinese.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!