Cronaca⚡ Vai in versione lampo ⚡

Avellino, esplosione in fabbrica: la diretta|VIDEO

0
3' di lettura

Una colonna di fumo nero, alta almeno venti metri. Alle nostre spalle anche lingue di fuoco. Non si ferma l’incendio divampato circa un’ora fa nello stabilimento della Ics spa di Pianodardine. Si tratta di una fabbrica che lavora materiale plastico. Uno dei tanti capannoni che compongono la zona industriale a ridosso fra Atripalda, Avellino e Montefredane. (Di seguito la diretta testuale dopo il video dal luogo dell’incendio)

Siamo a ridosso della Denso, in un terreno privato

Ecco tutti gli approfondimenti:

Ore 18.20: Qui le immagini dell’incendio viste dell’alto. Anche ad Aiello del Sabato, intanto, le scuole saranno chiuse domani.

Ore 18.00: L’Arpac ha ultimato le prime analisi. I risultati saranno studiati domani per capire quali agenti inquinanti siano stati rilevati in zona.

Ore 17:41: Il segretario generale della Cgil di Avellino, Franco Fiordellisi, ha vissuto in prima persona il terribile incendio che ha devastato lo stabilimento Ics di Pianodardine. “Mi sono trovato a vivere una situazione drammatica essendo di passaggio sul posto proprio mentre divampava l’incendio. C’è tanta preoccupazione, non solo per i posti di lavoro che potrebbero essere persi, ma anche per la situazione ambientale dell’area interessata dai fumi che va dal capoluogo al Vallo di Lauro. Adesso – conclude Fiordellisi – la sfida è quella di coinvolgere tutti gli enti locali e imprese su sviluppo sostenibile e prevenzione ambientale”.

Ore 17:32: Scuole chiuse domani e anche mercato cittadino rimandato.

Ore 17.25: Il sindaco Festa in Prefettura: “Scuole chiuse anche stasera. Ci sono in città degli istituti che fanno corsi serali e l’ordinanza inizia oggi proprio per loro. Per ora non abbiamo dati per verificare le successive azioni. Per precauzione bisogna chiudere finestre e non uscire. Ripeto però che sono azioni precauzionali. Attendiamo perciò dei dati per lavorare sul da farsi”.

Ore 17.00: Dalla parte frontale della fabbrica Ics l’incendio è stato contenuto da due squadre dei vigili del fuoco.

Ore 16.39: In arrivo altre squadre di pompieri da Napoli e Salerno oltre che da Benevento.

Ore 16.38: Le fiamme stanno divampando di nuovo ed avvolto il capannone. Fa caldissimo intorno al luogo del rogo. Ecco l’immagine

Ore 16.08: I soccorsi sono tutti con le mascherine.

Ore 16.06: Una delle soluzioni scartate subito è quella dei Canadair. Troppo piccola e circoscritta l’area dell’incendio che, per una simile situazione, andrebbe comunque evacuata. I soccorsi si stanno focalizzando sulla riduzione delle fiamme. Per evitare che si propaghino. Insomma, un’azione di contenimento.

Ore 15.58: Qui i dettagli sui comuni dove è consigliato, ai cittadini, di tenere porte e finestre chiuse. Intanto in Prefettura è stato convocato un tavolo d’urgenza dal Prefetto per decidere come gestire la situazione. Ecco di seguito i comuni interessati: Avellino, Atripalda, Aiello del Sabato
Montefredane, Manocalzati, Mercogliano, Monteforte Irpino, Forino, Contrada, Cesinali, Grottolella, Capriglia Irpina, Serino, Ospedaletto d’Alpinolo, Solofra, Prata P. U. , Montoro

Ore 15.52: Nei pressi dell’FMA di Pratola Serra si è verificato un violento incidente fra due auto (Qui i dettagli). Da quello che apprendiamo, dai soccorsi, le squadre dei vigili del fuoco sono tutte impegnate qui a Pianodardine. Sul luogo del sinistro c’è già il 118.

Ore 15.42: I residenti della zona sono infuriati perché le comunicazioni sul da farsi tardano ad arrivare.

Ore 15.40: I tecnici della Sidigas stanno chiudendo le tubature nei dintorni. Per evitare deflagrazioni.

Ore 15.24 – Dal terreno privato – nel quale un cittadino ci ha fatto entrare – possiamo vedere le volute di fumo che, come una massa informe, avvolgono la vegetazione circostante. Proprio il verde, a ridosso delle fabbriche, è stato divorato dalle fiamme e ha finito per amplificarlo. Al momento l’incendio – per fortuna – non si è diffuso allo stabilimento di fianco all’Ics, quello della Denso.

Ore 15.22 – I carabinieri hanno bloccato il transito in parte dell’Ofantina, quella a ridosso delle fabbriche. Abbiamo infatti dovuto procedere a piedi, parcheggiando il motorino. Per ora non si segnalano feriti e intossicati. Anche se l’atmosfera, nei dintorni di Pianodardine, è surreale. Uno scenario post-apocalittico con la gente assiepata, sulle collinette intorno, che sorvegliano l’Ofantina. Tutti a guardare quell’inferno in cui si è trasformata Pianodardine.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Entra nel gruppo di Facebook e ricevi news, video e immagini esclusive. Partecipa a TheWam!

Commenti

Comments are closed.

Potrebbe piacerti anche