Avellino, in molte contrade mancano le fogne. La denuncia

Il consigliere di opposizione del Movimento Cinque Stelle sui social parla della mancanza di fognature ad Avellino.



2' di lettura

Nel 2020 ad Avellino mancano ancora le fognature in diverse contrade. La denuncia arriva dal consigliere del Movimento Cinque Stelle, Ferdinando Picariello, che sui social parla dell’abbandono di alcune zone cittadine.

Mancano le fognature

Eh si, sembrerebbe assurdo ma in diverse zone del capoluogo irpino mancano addirittura le fognature. L’erba alta e la sporcizia sembrano essere gli ultimi problemi per gli abitanti di alcune contrade avellinesi che sono da anni alla ricerca di rispetto da parte dagli enti pubblici.

I sistemi fognari, infatti, mancherebbero a Picarelli, Contrada Bagnoli, Contrada Sant’Eustachio, Contrada San Marco e Contrada Archi. È da dire che il comune di Avellino nell’ultimo periodo ha ricevuto fondi importanti per la creazione di questi servizi essenziali, anche se non sono abbastanza per ricoprire tutta la città.

Picariello su Facebook ha anche denunciato il degrado dei corsi d’acqua della città nei quali ci sono scarichi fognari e problemi di inquinamento. Il sindaco Gianluca Festa ieri ha annunciato un nuovo piano per il recupero del Torrente San Francesco e per la sua bonifica. Speriamo che questo sia solo un primo passo per dare ad Avellino quello che merita per essere definita una città civile…fogne in primis.

Le parole di Picariello

“Ad Avellino in alcune contrade mancano ancora le fognature – afferma Picariello su Facebook – (Picarelli, Contrada Bagnoli, Contrada Sant’Eustachio, Contrada San Marco, Contrada Archi). Abbiamo inoltre problemi irrisolti di malfunzionamento dei collettori (Fenestrelle, Sant’Oronzo, Scrofeta) ed una rete vetusta e soggetta a frequenti fenomeni di occlusioni e rottura. Conseguenze evidenti sono l’inquinamento dei corsi d’acqua che un tempo erano orgoglio e risorsa della città. L’urbanistica in questa città dovrebbe ripartire dal recupero dei corsi d’acqua, da un disegno della città tra i due corsi d’acqua che hanno fatto la storia dimenticata di questa città, per arrivare ad un parco urbano del Fenestrelle di rilievo ambientale, storico ed archeologico“.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!