Avellino. Fotocopie illegali di testi universitari: denunciati due commercianti

Operazione della guardia di finanza in città. Due copisterie nei guai. Sequestrati file con migliaia di testi. Rischio di sanzioni fino a due milioni di euro

1' di lettura

Stop alle fotocopie di libri universitari, e non solo. In azione gli uomini del comando provinciale della guardia di finanza di Avellino. Sono stati denunciati due titolari di altrettante copisterie del capoluogo irpino. Per gli investigatori avrebbero riprodotto numerosi testi in palese violazione delle norme che tutelano il diritto d’autore.

Le fiamme gialle hanno sequestrato pc e hard disk. All’interno hanno trovato, in formato digitale, le scansioni digitali di 28mila libri. Pronte per essere stampate e rivendute al pubblico. Le legge sul diritto d’autore non vieta totalmente la riproduzione dei libri, le consente solo “per uso personale”. Ma solo dopo il pagamento di un compenso forfettario che i “punti di riproduzione” devono versare alla Siae. In ogni caso è vietato fotocopiare più del 15 per cento di un’opera. Nelle copisterie controllate dalla finanza, i libri sono stati riprodotti integralmente. O con la fotocopiatura dei testi cartacei o con la stampa di file digitali già contenuti all’interno dei computer sequestrati.

Le copie venivano vendute a un prezzo inferiore a quello del testo originale. Con conseguente danno agli autori e alle librerie che commercializzano le opere originali.

I due titolari di copisterie avellinesi sono stati denunciati alla procura di Avellino. Gli indagati rischiano una pena da sei mesi a tre anni e una multa che varia tra 2mila e 582 e 15mila 493 euro.

Oltre alla sanzione penale è prevista anche quella amministrativa, che nel caso può raggiungere la cifra monstre di 3 milioni di euro.

L’operazione condotta ad Avellino si inserisce in una più ampia che ha riguardato l’intera regione e comprende la tutela di marchi, di brevetti e dei diritti d’autore in genere.

A livello regionale sono state sequestrate 763 riproduzione di testi, 34mila 779 fil pdf di testi universitari, 49 pen drive, 4 fotocopiatrici, sette pc, 3 hard disk e la denunciata di sedici persone.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!