Avellino, sindaco Festa: De Cesare non vende? Allora porti fino in fondo i club


1' di lettura

Ieri ci sono stati colloqui societari in casa Sidigas con l’imprenditore Izzo che avrebbe incontrato De Cesare per capire le intenzioni del patron di cedere l’Avellino calcio. Tra smentite e trattative saltate (qui potete leggere il punto della situazione), la realtà è che per ora Avellino calcio e Scandone restano a De Cesare.

A fare il punto della situazione, ancora una volta, il sindaco di Avellino, Gianluca Festa. Il primo cittadino ha parlato di questa trattative interrotte e ha mandato l’ennesimo monito a De Cesare, che ne caso non dovesse o non volesse vendere, deve portare avanti il suo impegno sia con il calcio che non il basket.

Queste le parole di Festa ad Ottopagine: “Vendita Avellino? Ci sono state interlocuzioni, è evidente la divergenza che resta tra domanda e offerta. C’è stato l’auspicio che la Sidigas potesse risolvere i suoi problemi cedendo il club. Sembra non sia così, non spetta a noi giudicare se le offerte sono congrue; però a questo punto dobbiamo chiedere a chi si assume questa responsabilità di portare fino in fondo questa scelta. Se è in grado di farlo da solo, allora lo faccia. Noi possiamo fungere solo da sentinelle affinchè vada tutto per il verso giusto. E questo vale sia per il calcio che per la Scandone. L’iscrizione c’è, ora bisogna allestire l’organico per la Serie B”.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!