Avellino. Le proposte dei candidati su inquinamento e viabilità



11' di lettura

In campagna elettorale è in uso il mantra: bisogna parlare dei programmi. Ebbene, se i candidati al consiglio comunale di Avellino preferiscono – come sempre accade – attivare un selvaggio porta a porta a suon di santini, pacche sulle spalle e caffè offerti, basta andare sull’albo pretorio del comune per dare uno sguardo nel dettaglio ai “piani per la città” presentati da tutte le liste in competizione.

Lo abbiamo fatto. Ci siamo avventurati in una lettura comparata delle buone intenzioni di tutte le compagini. Non è stata una esperienza agevole, né particolarmente piacevole. Ma abbiamo tentato di semplificarvi il compito.

Li analizzeremo, da oggi e nei prossimi giorni, partendo da temi chiave. Partiamo dalla viabilità, dai parcheggi e dalla questione inquinamento. C’è chi l’ha trattata in modo approfondito, chi l’ha solo citata, chi ha proposto soluzioni per grandi linee. Non ci interessa in questa sede dare giudizi, ma solo offrire le proposte di chi ambisce a governare la città agli elettori che si apprestano a decidere.

E dunque.

Cipriano: mai più aziende inquinanti a Pianodardine

Nel programma presentato da Luca Cipriano i temi che riguardano viabilità, parcheggi e inquinamento in città sono affrontati in questo modo: “Bisogna ripartire – si legge nel programma – dalla gestione ordinaria e quotidiana dei servizi ai cittadini. La città non funziona, il degrado e l’abbandono sono ormai insopportabili e la città è percepita come non accogliente. Notevoli sono anche le criticità che interessano la viabilità cittadina che incidono anche sui livelli di PM10. Invertire la rotta è una priorità indispensabile. L’impegno che si assume è collegato alla necessità di riorganizzare e migliorare rapidamente le attività di pulizia, raccolta dei rifiuti, manutenzione del verde, manutenzione e cura degli spazi comuni. Strade, marciapiedi, illuminazione, giardini e parchi, piccola manutenzione quotidiana devono essere oggetto di interventi urgenti ed immediati da affidare ad una squadra di pronto intervento che possa essere allertata anche per il tramite di segnalazioni dei cittadini facilitate attraverso un’apposita applicazione per smartphone. Parimenti, c’è bisogno di ripensare i trasporti cittadini guardando anche e soprattutto ai collegamenti con l’esterno, nell’ottica e con l’obiettivo di diminuire il numero di veicoli in transito in città”.

E sull’ambiente: “Tassello fondamentale è anche il monitoraggio costante dell’area industriale di Pianodardine puntando a una più elevata qualità ambientale in termini di efficienza e di risparmio delle risorse, scongiurando qualsiasi forma d’insediamento produttivo inquinante, bloccando il fenomeno dello spopolamento. Infine, si ritiene prioritario un investimento su risorse energetiche rinnovabili attraverso la riqualificazione e l’efficientamento dell’edilizia popolare pubblica e la messa a disposizione in tempo reale, attraverso uno “sportello clima”, dei dati e delle informazioni sul clima e la qualità dell’aria”.

Parcheggi interscambi e rilancio di Rione Ferrovia

E sulla mobilità: “La città di Avellino, pur essendo collocata in una zona interna, gode di una posizione strategica: a soli 50 Km da Napoli e a 30 da Salerno, oltre che collocata su importanti assi viari, come l’autostrada A16 o il raccordo Av-Sa. Occorre sfruttare e valorizzare queste risorse incentivando un piano di mobilità urbano ed extraurbano che possa rendere attrattiva la città e contestualmente ridurre il numero di veicoli in transito nel centro cittadino. L’impegno che si assume è cambiare la visione e l’approccio al campo del trasporto pubblico cittadino che va rafforzato ed incentivato anche grazie alla creazione di parcheggi di interscambio che possano fungere da veri e propri hub per gli spostamenti da e per la città e punti di stoccaggio esterni al centro cittadino dove caricare e scaricare le merci, tutti costantemente collegati con il centro da mezzi elettrici. Contestualmente, anche alla luce del recente programma di riqualificazione della rete ferroviaria predisposto da Ferrovie dello Stato, attuare una concreta politica di rilancio dell’intero Borgo Ferrovia che potrebbe diventare attrattivo per i tanti studenti fuori sede che frequentano il campus universitario di Fisciano”.

Gianluca Festa: orti urbani e piste ciclabili

Avellino. Le proposte dei candidati su inquinamento e viabilità
Gianluca Festa

Per le liste che sostengono il candidato Gianluca Festa è “necessario recuperare e valorizzare, anche forme di partenariato pubblico/privato e/o concessione in uso ad associazioni sportive, tutti i parchi cittadini che versano in uno stato di degrado e abbandono, assicurandone la cura e la manutenzione costante così da renderli pienamente fruibili e attrattive per famiglie, bambini, giovani e anziani. Al tempo stesso va curato il decoro di aree verdi e spazi pubblici, prevedendone l’affidamento a singoli cittadini, incentivando anche la creazione di orti urbani. Potenziare ulteriormente il sistema di raccolta rifiuti. Per far fronte all’alto tasso di inquinamento urbano, sensibilizzare le persone all’utilizzo di mezzi di trasporto alternativo a impatto zero. (bike sharing, car sharing), creazione di piste ciclabili, stimolare il sistema di trasporto pubblico, attuando anche opportune sinergia con il comuni dell’area vasta.

Santoro: offrire alternative valide all’uso dell’auto

Avellino. Le proposte dei candidati su inquinamento e viabilità
Amalio Santoro

Questa è invece il programma proposto da Amalio Santoro su mobilità e ambiente ad Avellino.

“Le analisi sistematiche sulla qualità respirata ad Avellino e i numerosi sforamenti dei limiti per le polveri sottili, hanno giustamente indicato nella circolazione delle auto una delle cause principali del degrado. Meno giuste e frettolose le soluzioni tentate e sempre riproposte, addossate tutte sulle scelte e sui consumi dei privati: la circolazione delle auto limitata, più o meno drasticamente, solo a quelle di motorizzazione recente, accompagnata dall’innalzamento delle tariffe per gran parte dei parcheggi pubblici, trovandosi quelli liberi nelle aree lontane dal centro. Ma i continui sforamenti causati dalle polveri sottili derivano oltre che dal traffico veicolare anche dalla cattiva localizzazione del trasporti extra urbani. Un cambio di abitudini quotidiane, con la diminuzione dei motori a scoppio circolanti, costituirà una prima ineludibile risposta.

Il modello sin qui adottato prevedeva e prevede la connessione tra il punto di arrivo e ripartenza delle linee che servono i comuni della provincia, oppure in direzione di Napoli o di Roma. Lo fu negli anni cinquanta, quando le corriere sostavano in via De Sanctis e gli autobus in piazza Libertà. Lo è da quando il terminal fu sostato a piazza Kennedy”.

Il programma proposto da Amalio Santoro, dopo queste osservazioni e in vista dell’apertura, definita con ironia “sempre prossima” dell’autostazione, prevede questo tipo di progetto.

“Avvicinare i quartieri periferici al centro attraverso corse staffetta. Collegare i nodi dei trasporti extraurbani, come autostazione e stazione ferroviaria, con la rinnovata linea Benevento – Avellino – Salerno. Questi due nodi sono le due porte della città, ed est e ovest, prefigurando un uso contemporaneo dell’autostazione. E cioè come luogo di transito dei bus e non come terminal fisico di lunga durata, al fine di non ripetere le stesse problematicità ambientali e di ricadute sulla salute dei cittadini (come già accade a piazza Macello)”

“L’amministrazione – conclude il programma di Si Può – deve proporre una risposta più articolata e tentare di integrare i nuovi percorsi con quelli attualmente in essere, attraverso un’intesa con la Regione Campania, per ridisegnare orari, mappa e tariffe. In concreto deve offrire una alternativa valida, coerente, efficace all’uso dell’auto nell’ambito cittadino. Occorre decongestionare il tessuto della città, percorso, per lo più, dal traffico veicolare privato, ovvero togliere spazio fisico alle auto, sia in marcia che in sosta”.

Fin qui Amalio Santoro. A dire il vero nel suo programma – e molto meno negli altri -c’è anche un preciso riferimento alla modalità di attivazione per recepire i fondi necessari per realizzare il progetto. Sulla questione ambientale c’è anche un riferimento significativo ai parchi e ai fiumi (del quale parleremo nei prossimi giorni).

Picariello: servizi pubblici a costo zero

Avellino. Le proposte dei candidati su inquinamento e viabilità
Ferdinando Picariello

Di mobilità sostenibile parla nel suo programma il candidato sindaco del Movimento 5Stelle Ferdinando Picarello. Che punta anche alla qualità dell’aria e alla riduzione del consumi energentici.

Questi gli obiettivi: sviluppare il trasporto pubblico locale, creando anche navette per il trasporto dai parcheggi più lontani verso il centro. Trasferimento del capolinia di piazza Kennedy a via Pini e apertura dell’autostazione. Piano regolatore degli orari. Bike sharing. Car sharing. Creazione di piste ciclabili. Installazione di colonnine pubbliche per la ricarica di veicoli elettrici. Sperimentazione su alcune linea di servizi pubblici di tariffe agevolate o a costo zero”.

Sull’ambiente – per Ferdinando Picariello – questi sono gli obiettivi: migliorare la gestione del ciclo dei rifiuti, introdurre i principi dell’economia circolare e rifiuti zero. Promuovere la sostenibilità ambientale in tutti si suoi aspetti: fermare il consumo di suolo, ridurre i consumi energetici, ridurre l’inquinamento ambientale, ottimizzare la raccolta differenziata, monitorare i siti inquinare e le aree verdi da bonificare”. Per raggiungere questi scopi ecco alcune delle azioni che il Movimento 5Stelle intende adottare.

“Installazione secchi per la differenziata. Compostaggio comunale, con un impianto da installare nelle zone rurali. Ad ogni famiglia verrà riconosciuta una eco card, per ogni chilo di umido ci sarà un premio economico e riduzione della Tari. Sviluppo di mercatini dell’usato. Ottimizzare il sistema di raccolta differenziata. Creazione di una sinergia con ristoranti, bar, salumerie e supermercati per dare il via a banchi alimentari. Organizzazione di giornate ecologiche.

Preziosi: nuovi parcheggi, ecco dove

Avellino. Le proposte dei candidati su inquinamento e viabilità
Dino Preziosi

Per il candidato Dino Preziosi, serve “una svolta” nella viabilità. Con un piano traffico mirato alla fluidificazione e allo scorrimento, un piano degli orari e la realizzazione di nuovi parcheggi all’interno e all’esterno nelle aree comunali. “Con la possibilità di creare parcheggi, soprattutto non interrati, fino a mille posti auto, con impianti automatizzati”. Preziosi individua anche le aree: piazza Macello, porzione di spazio sull’area dell’ex ospedale di viale Italia, campetto Santa Rita (con un parcheggio multipiano). Oltre a razionalizzare i parcheggi a pagamento con riduzione delle aliquote.

Sull’ambiente, Dino Preziosi, si propone di “monitorare la qualità dell’aria con particolare attenzione ai siti inquinanti”. “Si dovrebbe intervenire – si legge nel programma – nelle aree di piazza Kennedy, viale Italia, e via due Principati, dove sorgevano tre distributori di carburanti. Quelle aree sono contaminate per la presenza nel suolo e nelle acque sotterranee di idrocarburi aromatici, e mtbe. C’è poi piazza Castello, l’insediamento di Pianodardine e Contrada Cesine”.

D’Agostino: via le ztl nelle zone limitrofe al Corso

Avellino. Le proposte dei candidati su inquinamento e viabilità
Biancamaria D’Agostino

Per la candidata della Lega, Biancamaria D’Agostino, “la vera emergenza è la carenza di parcheggi che ha gravi ripercussioni sulla viabilità e sull’inquinamento da polveri sottili. I parcheggi di piazza D’Armi e Mercatone costituiranno uno strumento di notevole decongestionamento del traffico urbano. Andranno realizzate piste ciclabili, ed è necessaria l’eliminazione delle Ztl nelle aree limitrofe al Corso perché funzionali alla più agevole fruizione delle attività commerciali del centro cittadino”. Sull’ambiente e l’emergenza polveri sottili nell’aria, la D’Agostino propone “un monitoraggio e studio costante per l‘inquinamento da onde elettromagnetiche, alberature e siepi lungo le strade, ampliamento aree verdi, incentivi all’acquisto di bici e auto elettriche, e un razionale adeguato piano parcheggi e viabilità”.

Passaro: colonnine elettriche in città

Avellino. Le proposte dei candidati su inquinamento e viabilità
Massimo Passaro

Anche per il candidato Massimo Passaro, di Cittadini in Movimento, viste anche l’inutilità delle ordinanze antismog, Avellino deve diventare una città elettrica. E quindi “non esistono altri modi se non l’installazione di colonnine di ricarica a uso pubblico. Avellino dovrà aderire alla Carta metropolitana sulla elettromobilità”.

Passaro pensa anche a una città verde, con la realizzazione in sinergia con il privato di un parco (Terra di mezzo), a Fondovalle Fenestrelle. E la promozione di agricoltura biologica e gli orti urbani”.

Genovese: vivibilità, servizi, piste ciclabili

Avellino. Le proposte dei candidati su inquinamento e viabilità
Damiano Genovese

Per Damiano Genovese (che è in attesa di conoscere la decisione del Tar sulla possibilità di partecipare alla competizione elettorale con la sua lista Prima Avellino), “vivibilità è anche avere una città che offra servizi moderni, quali piste ciclabili, zone amene e tranquille dove rilassarsi, illuminazione pubblica gradevole e funzionale, zone pedonali, maggiore flessibilità sull’apertura delle attività commerciali, appuntamenti periodici serali da concertare con i giovani. Serva anche una accorta revisione della spesa pubblica con una migliore efficienza delle prestazioni energetiche, nella filiera dei rifiuti e delle integrazioni tecnologiche”.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Entra in WhatsApp e ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Bandi, Bonus e Lavoro

  2. News dall'Italia e dal mondo

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie