Avellino, Museo irpino: ecco le 400 natività da tutto il mondo

1' di lettura

Ad Avellino abbiamo tanta cultura che purtroppo, proprio noi cittadini, a stento conosciamo. Al Museo irpino esiste, tra gli importanti reperti, una sezione del tutto singolare. Sto parlando della sezione presepiale. Ecco i dettagli

Quattrocento natività diverse, provenienti da tutto il mondo. Vere e proprie opere d’arte sono oggetto di questa nuova collezione. I piccoli presepi sono stati donati dal collezionista avellinese Andrea di Gisi. Al primo piano del palazzo di corso Europa, è possibile ammirarli. Si parte dai presepi più tradizionali a quelli ispirati al primitivismo africani, passando per quelli prodotti riciclando rifiuti a quelli in miniatura.

Un “pezzo da novanta”

Al Museo irpino di Corso Europa, l’esposizione presepiale, termina con un pezzo da novanta. Si tratta del presepe Penta di Fontanarosa che risale al settecento. Quello Penta, non è una semplice natività come le altre. Il presepe di Fontanarosa, infatti, conta circa mille personaggi in legno realizzati in seta di San Leucio. L’opera è stata donata dagli eredi del sacerdote Giuseppe Penta del paese irpino.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie