Avellino news: ultime notizie Irpinia 26 gennaio 2021

Avellino news: ultime notizie dall'Irpinia di oggi 26 gennaio 2021. Un'altra vittima fra i pazienti Covid, in aula per l'indagine sui diplomi falsi, due processi importanti.

3' di lettura

Avellino news: ultime notizie di oggi 26 gennaio 2021 in Irpinia aggiornate alle 12.00.

Coronavirus, un’altra vittima

È deceduto questa mattina, nella terapia intensiva del Covid Hospital dell’Azienda Moscati, un 75enne di Montemarano (Av). L’uomo era ricoverato dallo scorso 2 gennaio in terapia subintensiva e il 7 era stato trasferito in terapia intensiva.

Diplomi falsi, in 31 davanti al giudice

Diplomi falsi: sarà celebrata l’udienza preliminare per trentuno persone finite nell’indagine su un presunto giro di titoli abilitanti, per i concorsi destinati al personale scolastico (Ata), che sarebbero stati rilasciati fra il capoluogo irpino e altre città della Campania. Gli imputati dovranno comparire di fronte al gup presso il tribunale di Avellino, Francesca Spella.

Il giudice per le udienze preliminari dovrà decidere se spedirli a giudizio. I reati, contestati a vario titolo, sono usura, falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici e corruzione per un atto contrario ai doveri di ufficio. Nel mirino sono finiti i compratori. L’inchiesta ha coinvolto anche alcuni istituti formativi primati e un funzionario del provveditorato agli studi di Avellino.

Il collegio difensivo sarà rappresentato, fra gli altri, dagli avvocati Gerardo Di Martino, Giuseppe Saccone, Michele D’Agnese, Giovanni Iacobelli, Generoso Pagliarulo, Nello Pizza, Pompeo Le Donne, Angelo Giordano, Orlando Renato Cipriano, Enrico Matarazzo, Fabio Benigni, Alfredo Famiglietti, Lorenzo Renzulli, Fausto De Vicariis, Roberto Sellitto, Luciano Trofa, Fabio D’Alessio e Maria Viscolo.

Pistola a casa dell’ex consigliere, si torna in aula

E’ in programma oggi l’udienza del processo all’ex consigliere comunale (Lega) di Avellino, Damiano Genovese (difeso dagli avvocati Gerardo Santamaria e Claudio Mauriello). A Genovese è contestata la detenzione abusiva dell’arma e la ricettazione, con l’aggravante mafiosa. L’ipotesi accusatoria è quella di aver agevolato il nuovo Clan Partenio. Ricostruzione fortemente respinta dalla difesa che vuole dimostrare l’assoluta insussistenza dell’ipotesi di reato.

L’ex consigliere era finito ai domiciliari dopo una perquisizione dei carabinieri del comando provinciale di Avellino che gli avevano trovato in casa una pistola e delle munizioni.
Per Genovese, intanto, al Riesame in una indagine differente, è stata bocciata dai giudici di Napoli l’accusa di scambio elettorale politico mafioso.

Clan Graziano, estorsioni: voce alla difesa

E’ il giorno delle difese nel processo a cinque persone ritenute vicino al Clan Graziano, gruppo criminale attivo nel Vallo di Lauro. I sostituti procuratori dell’Antimafia di Napoli, Simona Rossi e Luigi Landolfi, al termine della requisitoria della scorsa udienza, avevano richiesto cinquantanove anni di reclusione complessivi per i cinque imputati finiti in una inchiesta su una serie di estorsioni e atti intimidatori contro imprenditori irpini.

I carabinieri del nucleo investigativo di Avellino, guidati dal capitano Quintino Russo, sotto la supervisione del comando provinciale coordinato dal colonnello Massimo Cagnazzo, ad agosto del 2019 avevano arrestato i cinque imputati ritenuti vicini al Clan Graziano di Quindici.

Le ordinanze di custodia cautelare erano state firmate dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Napoli, Leda Rossetti. Nell’indagine si faceva riferimento a diverse estorsioni (alcune solo tentate), nei confronti di alcuni imprenditori impegnati a realizzare opere nella zona del Vallo Lauro. L’obiettivo era ribadire “che qui comandiamo noi”, come si legge in numerosi passi dell’ordinanza. Oggi toccherà discutere alla difesa degli imputati affidata, fra gli altri, agli avvocati Raffaele e Isidoro Bizzarro.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie