Avellino, la sede del Pd è stata “occupata”

2' di lettura

Un cartello è stato affisso questa mattina davanti alla sede del Pd di via Tagliamento, ad Avellino. Con una scritta che non lascia spazio a interpretazioni: “Pd occupato”.

Un messaggio chiaro, e che evidenzia la spaccatura tra quella parte del Partito democratico che non ha avallato la scelta Cipriano, scegliendo (e vincendo), di appoggiare un altro candidato di aria Pd, Gianluca Festa, nella corsa a sindaco di Avellino.

Dopo quella sconfitta, nel Pd – diciamo ortodosse – non è partita ancora una seria analisi. All’orizzonte non si vede neppure l’auspicato congresso straordinario. Neppure l’ombra di un possibile commissariamento, che dovrebbe facilitare una profonda ristrutturazione del partito.

Resta solo l’ammissione della debacle (e non poteva essere altrimenti), in attesa che altri (chi, Zingaretti? De Luca?), assumano qualche iniziativa (molto eventuale).

Nel frattempo l’area che ha appoggiato Festa scalpita. Anche perché in prospettiva ci sono le prossime elezioni regionali. Un appuntamento fondamentale per ridisegnare la geografia politica dell’Irpinia (e della Campania, naturalmente).

Sulle regionali sono puntate le ambizioni di Livio Petitto, ex mister preferenze per il Pd in città, e grande elettore di Festa. Da tempo in aperta contrapposizione con la dirigenza del partito ad Avellino e in Irpinia e vicino alle posizioni di De Caro.

Una ricomposizione del quadro (Festiani e Pd ortodosso di nuovo insieme), sembra almeno problematica. Al momento non c’è dialogo. I veleni della campagna elettorale sono stati troppi e troppo recenti. In politica le ricomposizioni fanno parte del gioco. Ma è un gioco al quale in questo momento nessuno vuole partecipare.

Non si escludono soluzioni forti. Come la scelta dello stesso Petitto di dire bye bye al partito e puntare forte sul civismo, partendo dalla lista Ora Avellino che diventerebbe Ora Campania. Gli appoggi sia in Irpinia, sia nel resto della Regione non mancherebbero. E il progetto non sembra così inverosimile. Anzi.

Tutto dipenderà dall’evoluzione del dibattito all’interno del Pd nelle prossime settimane. E soprattutto da quello che suggeriranno i vertici nazionali e regionali.

Di certo la situazione è paradossale. Alle comunali si sono sfidati due Pd e il Pd ha perso.

Anche per questo – come si legge sul cartello – la sede di via Tagliamento è occupata.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie