Due orrori in difesa condannano l’Avellino. Il Potenza vince 2-0. Partenio tabù

La cronaca della gara tra Avellino e Potenza valida per la 14^giornata di Serie C girone C

4' di lettura

Ancora tabù Partenio per l’Avellino che nel Monday Night soccombe 2-0 al Potenza. Dopo una partenza davvero buona dei biancoverdi, alcuni orrori difensivi, non contemplabili in Serie C, hanno condannato alla sconfitta i lupi. Terzo ko consecutivo per la squadra di Capuano che resta a 14 punti e per la prima volta è in zona playout. Il Potenza dopo due sconfitte di fila si rilancia al terzo posto. Partenio ancora tabù, lupi che non vincono in casa addirittura dal 20 settembre con il Teramo, unica affermazione in casa. Per Capuano c’è tanto da lavorare, soprattutto su errori individuali inammissibili in difesa e del portiere.

Avellino – Potenza, la cronaca

Nel posticipo della 14^ giornata di Serie C girone C, l’Avellino ospita il Potenza al Partenio. Entrambe le compagini arrivano da due sconfitte di fila e vogliono rilanciarsi dopo questi stop dolorosi. Partita del cuore per Capuano che ritrova il Potenza dove qualche stagione fa fu protagonista di una salvezza incredibile. Potenza che non avrà l’allenatore Raffaele in panchina (squalificato). Altro squalificato è il difensore Emerson.

Pretattica di Capuano che schiera dal 1′ Charpentier, in dubbio ieri per un problemino alla caviglia. In difesa out Laezza, rientra capitan Morero nel 3-5-2. In casa Potenza altro 3-5-2. Raffaele (squalificato) rinuncia in avanti ad Arcidiacono. Prima convocazione per Franca.

Inizio equilibrato con il Potenza a farsi preferire per l’atteggiamento ma col passare dei minuti l’Avellino cresce colleziona diversi calci d’angolo che mettono in pericolo la retroguardia lucana. Al 20′ ottima trama dell’Avellino con Parisi che serve in area Micovschi che trova Albadoro libero che calcia in porta ma debolmente tra le braccia di Breza. Al 24′ Parisi vicino al clamoroso gol, palla di De Marco all’indietro, rinvio sbagliato della difesa potentina e arriva Parisi che controlla e tira al volo di sinistro andando a centrare la traversa in pieno. Al 27′, però, clamorosa ingenuità di Zullo e Morero. Palla innocua che non viene controllata dai due che si ostacolano. Ne approfitta Ferri Marini che da solo davanti ad Abibi porta in vantaggio il Potenza.

Al 36′ clamorosa occasione del Potenza che viene regalata dal portiere Abibi. Cross innocuo dalla destra, palla che Abibi si fa sfuggire da mano, poi palo da due passi di tacco del Potenza e poi un altro rimpallo favorisce ancora i potentini che però tirano alto. Ma il 2-0 è nell’aria. Palla in mezzo per Murano che anticipa Morero e si invola in porta, resiste ad Illanes e scarica in rete il 2-0. Avellino annichilito.

Prima del fischio della fine del primo tempo altro liscio clamoroso di Morero che serve praticamente palla all’attaccante Ferri che per poco non fa 3-0. Finisce il primo tempo 2-0 per il Potenza che ha approfittato degli orrori difensivi dei lupi.

Nell’intervallo doppio cambio per Capuano che toglie De Marco e Illanes ed entrano Rossetti e Karic. Riperta bene l’Avellino che dopo 2′ della ripresa va vicina al gol con un sinistro al volo di Micovschi con la palla che viene salvata sulla linea da Silvestri. Al 62′ protesta l’Avellino per un rigore non dato, con Charpentier che anticipa un difensore lucano e viene steso ma l’arbitro non vuole sapere ragioni. Entra anche Alfageme per Albadoro. Al 65′ buona opportunità per Micovschi da un metro, ma il giocatore non trova la porta. Al 73′ nuovo salvataggio sulla linea del Potenza, con l’ex Dettori, che salva sulla linea su un tiro a colpo sicuro di Karic. Da squadra esperta il Potenza spezzetta molto il gioco, non dando fluidità alla manovra biancoverde. E i lucani non soffrono molto il tentativo finale dell’Avellino di rientrare nella partita. Finisce 2-0 per il Potenza che espugna il Partenio per la seconda volta nella storia. Non accadeva dal 1963.

Avellino – Potenza, il tabellino

Avellino – Potenza 0-2

MARCATORI: 27′ Ferri Marini (P), 37′ Murano (P)

AVELLINO (3-5-2): Abibi; Zullo, Morero, Illanes (46′ Rossetti); Celjak, De Marco (46′ Karic), Di Paolantonio, Micovschi (83′ Silvestri), Parisi; Charpentier, Albadoro (63′ Alfageme). A disp.: Tonti, Pizzella, Palmisano, Njie, Laezza, Carbonelli, Evangelista, Petrucci. All.: Capuano.

POTENZA (3-5-2): Breza; Sales, Giosa, Silvestri; Viteritti, Iuliano, Coppola (63′ Coccia), Dettori, Sepe; Murano (71′ Muletich), Ferri Marini (63′ Arcidiacono). A disp.: Ioime, Panico, França, Isgrò, Nembot, Longo, Souare. All.: Leonetti (squalificato Raffaele).

ARBITRO: Marchetti di Ostia Lido

AMMONITI: 38′ Sales (P), 51′ Micovschi (A), 61′ Parisi (A),

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!