Avellino, "Oh ooh" questo è il rap di Nuno

Il rapper avellinese Nuno si è raccontato ai microfoni di The Wam. Il suo più grande sogno è lavorare con la sua musica. Ecco la sua intervista

Nuno rapper
3' di lettura

Oggi parliamo di Fabio Nuno Alves Salvador, per gli amici Nuno, trentasettenne di Avellino. Nuno nel tempo libero canta, fa il rapper. E sta avendo molto seguito sui social, soprattutto su Instagram. La sua carriera, in particolare, nasce dalla passione per la musica americana. Ecco cosa ci ha raccontato. (La foto di copertina è presa dal profilo facebook dell’artista)

Quando è nata la passione per la musica?

“Fin da piccolo ascoltavo musica, soprattutto quella dei cartoni animati -inizia a raccontare-. Sognavo di essere io il protagonista. Sognavo di essere sia il personaggio principale sia il cantante. Crescendo ho continuato ad ascoltare musica, avvicinandomi ad altri generi come il jazz, il blues, il rock ,il funky, la bossanova e altri generi musicali da ritmi africani e stranieri. L’influenza di questi ritmi è data anche dal fatto che sono stato cresciuto e circondato continuamente da parenti e amici provenienti da diverse etnie e culture differenti.

Il mixtape di Nuno


Il mio primo approccio verso la cultura hip hop e la musica rap è avvenuto con un gruppo musicale chiamato Fugees. Mi ha colpito in particolare una voce di quel gruppo: quella di Lauryn Noelle Hill sulle note di “killing me softly”.

Quando è iniziata la tua carriera da rapper?

“La mia carriera musicale inizia verso i 18/19 anni. Età in cui ascoltavo, ballavo e suonavo musica hip hop. In particolare, ascoltavo musica breakbeat poiché praticavo la breakdance. Nel corso degli anni mi sono avvicinato sia alla musica hip hop che a quella del Reggae Roots. Dal suono ribelle del canto reggae al rap americano, quello duro. Di rap italiano ne ascoltavo poco. Ero molto influenzato dalla musica americana. Sia per i testi, per il flow che per la metrica. Ma soprattutto per la voglia costante che trasmetteva di urlare contro il sistema. Fondamentalmente, quello che mi attirava erano le idee di rivoluzione, di libertà e di espressione libera. I contenuti espliciti”.

(La canzone “Oh Ooh” di Nuno, con video realizzato da Fernando Guerra. Mentre la registrazione, mix e master sono a cura di Kyllne)

Ho visto che sei molto attivo sui social, in particolare su Instagram. Come speri di arrivare ai tuoi follower?

“Con la semplicità. Dicono sia la via più facile”.

E qual è il messaggio che cerchi di trasmettere sui social?

“La pura energia che possiamo dare quando facciamo qualcosa di straordinariamente incredibile”.

In ultimo, qual è -attualmente- il tuo più grande sogno?

“Lavorare con la musica. Con la mia musica -conclude-.Fare quello che più mi piace: regalare nuove sensazioni ed energie, stando a vedere l’effetto che fa”.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!