Avellino, il film della rapina al portavalori: un colpo da professionisti

La ricostruzione della dinamica mostra quanto fosse dettagliato il piano

2' di lettura

Fra settantamila e gli ottantamila euro. E’ questo il bottino della rapina al portavalori Cosmopol fermato a Valle, quartiere fra Avellino e Mercogliano. I criminali, a bordo di un furgone rosso, hanno atteso l’arrivo del blindato sul quale, oltre all’autista, viaggiava un’altra guardia giurata.

Rapina a Valle: armi puntate contro gli agenti Cosmopol

Quando è iniziata l’operazione di scarico dei soldi, i rapinatori armati di fucile a canne mozze si sono avvicinati ai vigilanti, intimando loro di consegnare i soldi. I criminali avevano il volto coperto da mascherina, un berretto da baseball e occhiali scuri. Hanno portato via un solo plico, circa settantamila euro, un bel bottino: siamo ancora nella settimana del pagamento pensioni. E c’è ancora chi si reca materialmente in posta, nonostante la possibilità di avere gli accrediti sulle schede, consigliata dagli uffici per via delle norme anti-contagio covid.

I rapinatori hanno abbandonato il furgone rosso nei pressi di un cavalcavia, lungo l’A16, all’interno e sulla scocca sono state trovate tracce di cemento. Bisognerà capire se era un tentativo di occultare le impronte. Dei rilievi se ne occuperà la Sezione Scientifica della Polizia.

Un colpo da professionisti

I ladri si sono allontanati a bordo di un altro veicolo, facendo perdere le loro tracce. Le modalità della rapina suggeriscono che si tratti di professionisti. Il colpo è stato studiato con meticolosità, forse addirittura per settimane.

Al momento due sono le ipotesi più accreditate. I rapinatori avevano un basista, qualcuno che conosceva bene la zona e altre volte aveva visto il furgone Cosmopol parcheggiare a Valle, in un orario specifico.

Oppure, e anche questa è una pista possibile, sono stati gli stessi criminali a orchestrare la rapina in precedenti sopralluoghi. Hanno preso nota degli spostamenti del blindato e avevano ben chiaro il momento giusto quando agire.

Di certo sapevano pure che a bordo del mezzo, oggi, c’era un bel bottino e che non conveniva tentare un approccio col portavalori in movimento. C’era il rischio che fosse attivato il sistema di sicurezza e che i soldi fossero macchiati.

Le ipotesi

I rapinatori non hanno avuto bisogno di sparare un colpo. Anche se la presenza del furgone non è passata inosservata a Valle. Infatti una signora ha raccontato di aver visto il veicolo parcheggiato, a ridosso della strada, intorno alle 6.30. Questo è l’unico elemento che, se fosse confermato, sembrerebbe stridente col piano studiato a menadito. Perché presentarsi oltre un’ora prima col rischio di esser visti?

Un’altra ipotesi è che conoscessero il giorno, ma non l’ora precisa di arrivo del mezzo. Ma questa ricostruzione regge poco perché rischierebbe di mettere a rischio tutto il piano. In Questura è stato ascoltato l’autista del mezzo Cosmopol. Anche le sue dichiarazioni potrebbero essere determinanti per riconoscere i rapinatori. A Valle un colpo simile era avvenuto sette anni fa, quella volta c’era stato anche un conflitto a fuoco.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Entra nel nostro gruppo WhatsApp e ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus e agevolazioni. Per entrare clicca qui.

Come funziona il gruppo?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie

Ricevi le news più importanti della giornata.

Guide e altri contenuti esclusivi su Google , Facebook e Instagram.