Avellino, casa di vetro a piazza Kennedy. Si apre entro l’anno

1' di lettura

Questa mattina l’assessore al Patrimonio del comune di Avellino, Stefano Luongo ha dato il via alla rinascita della casetta di vetro di Parco Kennedy. La struttura che si trova nel polmone verde del centro città ha già da tempo un affidatario. Negli scorsi anni gare su gare e tanta burocrazia hanno bloccato qualsiasi iniziativa.

La casetta di vetro è stata teatro di tante storie di cronaca. Non ultima l’aggressione ai clochard che ogni notte la abitano, soprattutto d’inverno. Nel 2017, lo ricorderete, Oleg venne aggredito, cosparso di benzina e bruciato vivo da alcuni minorenni: si salvò per miracolo.

La rinascita

L’amministrazione Festa, tenta di farla ripartire. Di riportarla a quello che doveva essere. Un luogo di ritrovo e e di aggregazione. Era stato uno dei cavalli di battaglia del primo cittadino in campagna elettorale.

L’assessore Luongo ha convocato il gestore della casetta di vetro, Dario De Dona. A breve ci sarà la firma del contratto per circa 1500 euro al mese di affitto che entreranno nelle casse del comune. Luongo però mira a un accordo diverso. L’assessore festiano con delega al Patrimonio ha infatti chiesto alla ditta “De Dona” di curare anche lo spazio esterno alla struttura, dando così nuovo decoro al parco.

Luongo ha annunciato che per la fine dell’anno la struttura sarà aperta e parco Kennedy, potrà finalmente avere nuova vita.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!