Avellino, riciclaggio e truffa: confermati i sequestri

tribunale avellino tre
1' di lettura

Respinti i ricorsi al Riesame, contro i sequestri firmati dal gip, Paolo Cassano. Discussi ieri mattina e relativi a sei persone che sono finite, con altri quindici indagati, in un’indagine che contesta a vario titolo i reati di truffa e riciclaggio. L’inchiesta, delegata alla finanza dalla Procura di Como, si è incrociata con tante città italiane. Fra le quali Avellino, dove aveva sede una delle società coinvolte. Gli accertamenti erano stati affidati al nucleo economico-finanziario delle fiamme gialle, allora diretto dal tenente colonnello Gennaro Garzella.

Truffa e riciclaggio: da Como ad Avellino

L’udienza preliminare, per una questione di competenza territoriale, è stata trasferita da Como ad Avellino per alcune posizioni. E così sono stati riapplicati i sequestri da 13 milioni di euro per 21 persone. L’indagine, qui ad Avellino, è affidata al sostituto procuratore, Teresa Venezia. La difesa delle sei persone, rappresentata fra gli altri dagli avvocati Gerardo Di Martino e Gaetano Aufiero, è pronta ora ad andare in Cassazione per far revocare i sequestri.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!